A Trento l'Itea riapre le porte della sua Casa domotica | Periti.info

A Trento l'Itea riapre le porte della sua Casa domotica

wpid-6015_domoticaBIG.jpg
image_pdf

In piazza Garzetti a Trento c’è un appartamento dove chiunque può provare l’ebbrezza di un’esperienza interattiva con le tecnologie più all’avanguardia nel campo della domotica.

L’alloggio ha una superficie netta di 84 mq: con un semplice touch screen si possono accendere e spegnere le luci o la televisione, si può regolare la temperatura di ogni stanza, si possono chiudere o aprire le finestre o le imposte, mentre di notte l”illuminazione permette di segnare il percorso per arrivare in bagno.

Tutti supporti tecnologici che si dimostrano di grande supporto a soggetti non autosufficienti, oltre a ottimizzare il comfort ambientale e contenere i consumi energetici. Una tecnologia che rende gli impianti domestici “intelligenti”: dalla rete energetica a quella informatica o di comunicazione. Una tecnologia che può essere di aiuto per migliorare la qualità della vita soprattutto di persone con handicap o persone anziane, riducendo i costi di gestione e migliorando la sicurezza della casa e di tutti i suoi abitanti.

L’iniziativa è nata in collaborazione con l’assessorato alla salute e politiche sociali della provincia, l’Opera Universitaria e la Fondazione Bruno Kessler. In Trentino l’Itea possiede attualmente circa 80 alloggi domotici abitati da single o da famiglie, adattati alle esigenze personali.

Copyright © - Riproduzione riservata
A Trento l'Itea riapre le porte della sua Casa domotica Periti.info