Anie: l'export è a rischio | Periti.info

Anie: l'export è a rischio

wpid-8218_export.jpg
image_pdf

Egitto, Tunisia, Algeria, Libia e Marocco hanno rappresentato nel recente passato uno scenario d’intervento strategico per le imprese elettrotecniche ed elettroniche di Confindustria Anie.

Ora, la situazione di instabilità politica che sta coinvolgendo quasi tutti i Paesi del Nord Africa – situazione che rischia di ampliarsi a macchia d’olio anche negli Stati mediorientali come Yemen e Bahrein – destano allarme presso la Federazione che ha messo a disposizione un approfondimento economico sull’export nei cinque Paesi coinvolti dalla crisi, elaborato dal Servizio Studi Economici.

Per le imprese dell’elettrotecnica e dell’elettronica il Nord Africa rappresenta un importantissimo mercato di sbocco – circa il 10% sul totale esportato a livello mondiale -, rivelatosi negli ultimi anni in rapida e significativa espansione, anche durante il periodo più buio della crisi economica.

Negli ultimi 5 anni le esportazioni italiane di tecnologie elettrotecniche ed elettroniche verso i mercati del Nord Africa hanno registrato una crescita cumulata del 64%, raggiungendo a fine 2010 quota 1,3 miliardi di euro.

“Nel corso degli anni l’area del Nord Africa ha acquisito sempre più importanza per le esportazioni dei settori Anie – ha dichiarato il presidente Guidalberto Guidi -. Il protrarsi, quando non l’aggravarsi, del preoccupante scenario che si sta delineando all’orizzonte mette a rischio una serie di rapporti economici che si stavano via via consolidando.”

Da non sottovalutare, secondo Guidi, anche le criticità legate alla presenza stessa delle imprese italiane in questi Paesi  che potrebbero risentire fortemente di una rapida battuta d’arresto nelle politiche a favore degli investitori stranieri. “I disordini ai quali abbiamo assistito in queste ultime settimane – ha concluso il presidente di Confindustria Anie – hanno comunque già generato un arresto della produzione locale e un fermo degli ordinativi che nel breve-medio periodo potrebbero impattare sul business delle nostre imprese. Anche i pagamenti delle commesse subiranno a ragion veduta dei ritardi.”

di O.O.

Scarica le schede di approfondimento

Copyright © - Riproduzione riservata
Anie: l'export è a rischio Periti.info