Arriva Mister Pmi a tutela della piccola impresa | Periti.info

Arriva Mister Pmi a tutela della piccola impresa

wpid-8296_pmi.jpg
image_pdf

Il nostro Paese è il primo in Europa a nominare la nuova figura che tutelerà gli interessi delle piccole e medie imprese, favorendone il rapporto con le istituzioni e vigilando sull’applicazione delle normative nazionali ed europee.

Il ministro Romani ha infatti accolto la richiesta, avanzata dal vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani, di introdurre la figura di Mister Pmi in tutti i Paesi europei e ha nominato Giuseppe Tripoli, capo del Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione del ministero dello Sviluppo Economico, che lavorerà a stretto contatto con il mister Pmi europeo Daniel Calleja.

Assicurare che i principi dello Small Business Act diventino effettivamente espliciti, essere un punto di riferimento per le iniziative che stimolino la crescita e la capacità di competere delle Pmi e assicurare che le nuove regolamentazioni siano a misura di Pmi. Questi, in sintesi, le funzioni di Mister Pmi che già il 14 marzo sarà chiamato a discutere al governo delle proposte di legge sulle norme per la tutela della libertà d’impresa.

L’Italia è il paese europeo che ha il maggior numero di Pmi, pari al 99% del proprio tessuto produttivo. Sarà per questo che la nomina è stata accolta con entusiasmo da imprenditori e associazioni di categoria, in attesa che venga redatto l’emendamento che istituisce ufficialmente la figura di Mister Pmi.

Il presidente di Rete Imprese Italia, Giorgio Guerrini, ha espresso apprezzamento per la nomina di Giuseppe Tripoli a mister Pmi e si è detto certo che Tripoli, con la sua competenza e diretta conoscenza del sistema produttivo italiano, sarà un sicuro punto di riferimento per le piccole e medie imprese e saprà accompagnarle nella concreta attuazione dei provvedimenti utili al loro sviluppo.

Per Finco il primo tema caldo è quello dei ritardati pagamenti, sia della pubblica amministrazione sia business to business, che sta mettendo a repentaglio la stessa sopravvivenza di molte aziende, specie di piccole e medie dimensioni.

Su questo tema la Federazione chiede di intervenire in sede di trasposizione della normativa comunitaria al livello nazionale perché, “fermo restando il principio della libertà contrattuale – si legge nella nota -, non si traduca nella prassi in abuso di posizione dominante”.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arriva Mister Pmi a tutela della piccola impresa Periti.info