Cresce il riciclo dei rifiuti elettronici | Periti.info

Cresce il riciclo dei rifiuti elettronici

wpid-8209_raee.jpg
image_pdf

Sono oltre 45.000 le tonnellate di Raee raccolte e avviate al corretto riciclo nel 2010 da ReMedia – tra i principali sistemi collettivi italiani no-profit per la gestione eco-sostenibile di tutte le tipologie di rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Tra i Raee domestici, generati dai nuclei familiari, spicca il raggruppamento R3 (tv e monitor) che registra 30.000 tonnellate raccolte. Seguono i prodotti del raggruppamento R4 (elettronica di consumo, piccoli elettrodomestici, informatica e telecomunicazioni, dispositivi medici) con oltre 6.000 tonnellate, quelli del raggruppamento R1 (freddo e clima) con oltre 5.000 tonnellate e R2 (grandi bianchi) con 2.500 tonnellate. In coda, gli R5 (sorgenti luminose) con oltre 11 tonnellate.

Sono state 24.610 le attività di ritiro effettuate da ReMedia nel 2010, con una media di 2.050 missioni al mese, e hanno consentito di recuperare 43.422 tonnellate di Raee, pari a circa 7 milioni e mezzo di apparecchiature a fine vita conferite dai cittadini italiani presso le isole ecologiche gestite dai Comuni o dai loro operatori incaricati e servite dal Consorzio. I Raee raccolti sono trattati presso i 18 impianti partner di ReMedia con percentuali medie di riciclo del 90%, generando così un notevole beneficio ambientale.

Ai volumi registrati in ambito domestico, si aggiungono 1.951 tonnellate di Raee professionali, rifiuti elettronici prodotti dalle attività amministrative ed economiche, gestite da ReMedia nel 2010 e per le quali il Consorzio ha effettuato un totale di 1.544 ritiri.

Nonostante la raccolta diretta di RAEE presso le aziende italiane stenti a decollare, ReMedia ha visto una costante crescita del settore, consolidando il posizionamento quale referente autorevole per importanti aziende ed enti pubblici.

“I Raee sono la categoria di rifiuti in più rapido aumento a livello globale – commenta Danilo Bonato, direttore generale di ReMedia -.e crescono con un tasso del 3,5% annuo, tre volte superiore agli altri rifiuti. In Italia il Sistema Raee ha fatto registrare circa 245.000 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici a fronte di un immesso sul mercato stimabile in circa 1 milione di tonnellate. Entrambi i quantitativi sono stati trainati dal passaggio al digitale terrestre e, quindi, da un forte ricambio di Tv. I nostri dati, che evidenziano un’elevata percentuale di televisori recuperati, rispecchiano il trend nazionale, una peculiarità del nostro Paese rispetto al resto d’Europa in cui l’incidenza di questa categoria di Raee è intorno al 18%”.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cresce il riciclo dei rifiuti elettronici Periti.info