E-smog: c'è ma non si vede | Periti.info

E-smog: c'è ma non si vede

wpid-8279_antennex.jpg
image_pdf

Una normativa esiste da più di dieci anni ed è la Legge Quadro sull’esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici – 36/2001 – ma qualcosa non va e parte la denuncia da parte della Rete Nazionale E-Smog (Elettrosmog Free Italia) che afferma: “la mancanza di molti decreti attuativi hanno reso questo provvedimento, così avanzato per il suo tempo, attualmente svuotato dei suoi valori”.

”Da allora è trascorso un decennio e quei provvedimenti integrativi non sono mai stati approvati: sulle ben 11 azioni normative previste – fa i conti la Rete – il Governo ne ha emesse solo due, cioè quelle relative ai limiti di esposizione in bassa e in alta frequenza che, come prevedono gli stessi decreti, dovevano essere aggiornate dal 2006, cosa che non è stata fatta”.

“Il 22 febbraio 2001, al termine di un percorso articolato, partecipato e condiviso con un esteso movimento scientifico e sociale, di tecnici e cittadini preoccupati per l’azione sulla salute delle tecnologie per la trasmissione dell’energia elettrica e delle telecomunicazioni – ricorda la Rete in una nota – il Parlamento italiano varò una eccellente normativa ambientale sulla tutela sanitaria dall’inquinamento elettromagnetico, che prevedeva l’emanazione di una serie di decreti attuativi e l’espletamento di una serie di attività volte a contribuire a elevare il grado di protezione della popolazione e dell’ambiente”.

Una lotta che punta a combattere un smog più subdolo, che non si riesce a vedere, ma che continua a diffondersi e minacciare la vita dei cittadini.

“La conseguenza – secondo l’associazione – è che anche nel nostro Paese cominciano a diffondersi a livello di massa fenomeni nuovi, come l’elettrosensibilità e l’aumento rilevante di patologie leucemiche e tumorali anche nei bambini e negli adolescenti, mentre continua a destare allarme sociale la proliferazione selvaggia delle infrastrutture delle telecomunicazioni, che gli amministratori locali faticano a governare”.

Copyright © - Riproduzione riservata
E-smog: c'è ma non si vede Periti.info