Edilizia sostenibile, i vincitori del Premio Paride Passerini di Icmq | Periti.info

Edilizia sostenibile, i vincitori del Premio Paride Passerini di Icmq

wpid-15508_certificazioneediliziasostenibile.jpg
image_pdf

E’ la tesi di laurea intitolata “Implementazione di un metodo multicriterio per l’analisi di sostenibilità” di Sebastiano Maltese il primo lavoro vincitore del Premio “Paride Passerini”, promosso da Icmq, istituto di certificazione per il settore delle costruzioni e dedicato a tesi di laurea connesse alle soluzioni progettuali, costruttive e produttive di edilizia sostenibile. Destinato a studenti della Laurea magistrale della Scuola di Ingegneria Edile/Architettura del Politecnico di Milano, il premio è intitolato a Paride Passerini, presidente dell’istituto scomparso nel 2007 e appassionato cultore della qualità nel mondo dell’edilizia.

Il lavoro di Maltese, oggi dottorando sui temi della riqualificazione del patrimonio esistente in chiave di sostenibilità, è focalizzato sulla creazione di uno strumento utile al progettista per selezionare le alternative progettuali. Il metodo Smcam (Sustainability Multi-Criteria Analysis Method), molto flessibile e facilmente applicabile a riqualificazioni e a nuove costruzioni, è stato testato su due casi di studio, fra cui un edificio del campus Politecnico, la cosiddetta “Nave”.

Insieme al lavoro di Maltese, il secondo premio è stato riconosciuto ex aequo ai due progetti “La riqualificazione architettonico-tecnologico-energetica del costruito” di Annalisa Andaloro e Eugenia Gasparri e “Progetto per una nuova sede industriale nel distretto tessile di Carpi” di Fulvio Dal Pio Luogo e Dario Prete.

La tesi di Andaloro e Gasparri affronta il tema della qualità energetica degli edifici e in particolare delle opportunità offerte dagli isolanti di nuova generazione, soprattutto i multiriflettenti, nell’ambito dei sistemi di facciata a parete microventilata. L’edificio industriale progettato da Dal Pio Luogo e Prete, infine, si caratterizza per l’approccio energetico ed economico e valuta l’efficacia delle scelte utilizzando come parametro di riferimento il percorso di certificazione Leed.

Ai due vincitori è stato riconosciuto un premio di 1.000 euro ciascuno consegnato da Giorgio Sabelli, presidente di Icmq Istituto, e dal figlio di Paride Passerini, nell’ambito della cerimonia annuale di assegnazione di tutti i premi e borse di studio del Politecnico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Edilizia sostenibile, i vincitori del Premio Paride Passerini di Icmq Periti.info