Efficienza energetica industriale: road map da Bruxelles per il 2050 | Periti.info

Efficienza energetica industriale: road map da Bruxelles per il 2050

wpid-9789_effen.jpg
image_pdf

Bruxelles lancia un messaggio per i settori dell’industria e dell’ambiente, che dovranno collaborare strettamente per raggiungere gli obiettivi del 2050. Secondo i dati riportati da Janez Potocnik, commissario Ue all’Ambiente, attualmente ogni cittadino dell’Ue consuma 16 tonnellate di materiali l’anno. Di queste, sei tonnellate diventano spazzatura, che per metà finiscono nelle discariche.
“La crescita verde è il solo futuro sostenibile per l’Europa e per il mondo. I settori dell’industria e dell’ambiente devono collaborare perché nel lungo termine hanno gli stessi interessi”. Queste le parole di Potocnik, il quale spiega anche che per il 2050 la domanda globale di cibo, che potrebbe aumentare del 70%, non potrebbe essere soddisfatta visto che il 60% degli ecosistemi del Pianeta funzionali alla produzione sono già compromessi.

Il monito è quindi quello di risparmiare, impiegare materiali più leggeri, rinnovabili o riciclati. Le aree in cui è necessario intervenire con tempestività sono quella alimentare, quella edilizia e quella dei trasporti.

Dalla produzione e dal consumo alimentare deriva il 17% delle emissioni di gas serra in Europa, mentre il 28% dai materiali di questo comparto. Produttori, agricoltori, venditori e consumatori dovrebbero orientarsi verso tecniche di produzione più efficienti, scelte di cibo sostenibile e riduzione degli sprechi di cibo.

Per quanto concerne il settore edilizio, costruire secondo i principi dell’efficienza porterebbe ad avere -42% del consumo finale di energia, -35% delle emissioni Ue di gas serra e -50% di materiali.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Efficienza energetica industriale: road map da Bruxelles per il 2050 Periti.info