Al Global Solar Summit il dibattito su crescita e dumping cinese | Periti.info

Al Global Solar Summit il dibattito su crescita e dumping cinese

wpid-15298_fotoGlobalSolarSummit.jpg
image_pdf

Nella giornata in cui la Commissione europea ha proposto ai 27 Stati membri di imporre dazi sui pannelli solari importati dalla Cina si è aperto il primo Global Solar Summit, che prosegue anche oggi a Fiera Milano-Rho in occasione di Solarexpo-The Innovation Cloud.

Nella sessione di apertura, moderata da Jenny Chase di Bloomberg New Energy Finance, si è acceso il dibattito sulle controversie commerciali tra Europa e Cina attraverso gli interventi di Rhone Resch di Seia, Reinhold Buttgereit di Epia (European photovoltaic industry association), Milan Nitzsche di Eu ProSun, Paulette Vander Schueren di Afase, accanto a Guangbin Sun della Camera di Commercio cinese.

Reinhold Buttgereit ha dichiarato: “Non possiamo ignorare l’enorme conflitto commerciale che è in atto, ma neanche trascurare il fatto che la crescita delle rinnovabili sarà sempre più sostenuta al di fuori dell’Europa, grazie anche alla spinta asiatica. La stagione d’oro del solare non è finita, ma abbiamo bisogno di regole”.

Contrapposte le posizioni di Eu ProSun e Afase. “La Cina sta bruciando milioni di euro in Europa e sta distruggendo il settore industriale del solare migliore del mondo, a causa del dumping dei prezzi – ha dichiarato Milan Nitzsche di Eu ProSun –“.

Paulette Vander Schueren, portavoce di Afase, ha invece commentato “Rischieremmo un calo dell’85% di ordinativi”, precisando come l’abbassamento dei prezzi sia parte del destino del solare, una tecnologia che cambia e muta rapidamente.

Dello stesso parere anche Guangbin Sun, segretario generale del comparto solare per la Camera di Commercio cinese: “Se le esportazioni dalla Cina fossero interrotte, le conseguenze ricadrebbero sui costi dei prodotti europei. Noi tuttavia siamo disponibili alla collaborazione e al dialogo per far combaciare la nostra produzione con le richieste del mercato”.

La prima sessione del Global Solar Summit era dedicata a presentare lo scenario di sviluppo del fotovoltaico nei prossimi anni. Secondo Bloomberg New Energy Finance, se il mercato in Italia e in Europa ha subito una brusca frenata sul totale delle installazioni, il 2013 si preannuncia migliore del 2012 su scala mondiale grazie alla spinta dei mercati emergenti come Cina, Giappone, Stati Uniti. Le previsioni indicano un totale di nuove installazioni per oltre 36 GW, contro i circa 30,6 GW del 2012. Per il 2014 il mercato dovrebbe superare i 46 GW e per l’anno successivo andare oltre i 53 GW.

Per sapere di più su The Innovation Cloud consulta il Focus “Energie rinnovabili in edilizia” cliccando qui

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Al Global Solar Summit il dibattito su crescita e dumping cinese Periti.info