Dal fotovoltaico il 10% di elettricità entro 10 anni | Periti.info

Dal fotovoltaico il 10% di elettricità entro 10 anni

wpid-8196_foto.jpg
image_pdf

Un mercato sempre più competitivo e sostenibile, una maggiore sicurezza energetica, 40.000 posti di lavoro e almeno 15 GW di potenza installata nel 2015.  Sono queste, in sintesi, le principali stime di GIFI-ANIE sull’andamento del mercato al 2015, presentate dal presidente dell’associazione, Valerio Natalizia, all’industria fotovoltaica italiana, durante la conferenza CIS-IT 2011 di Roma, chiedendo alle istituzioni la necessità di garantire un adeguato supporto all’industria fotovoltaica lungo tutta la filiera per garantire anche una maggiore sicurezza energetica nazionale.

“Il mercato fotovoltaico italiano continuerà a crescere in modo sostenibile anche negli anni futuri – ha dichiarato Valerio Natalizia – contribuendo in modo sostanziale alla ripresa economica del nostro Paese, rendendolo più indipendente dalle importazioni di energia, incrementando il numero degli occupati in tutta la filiera, portando a un sostanziale bilancio tra oneri e benefici per il sistema Paese”.

I dati Gse per la potenza cumulata a fine 2010 – spiega Gifi-Anie – parlano di circa 3 GW, nel 2011 la crescita stimata sarà di circa 5 GW per effetto del Decreto Salva Alcoa, per poi continuare negli anni successivi con livelli di installazione in linea con l’andamento degli ultimi due anni.

“Le nostre stime – ha continuato Natalizia – si basano su condizioni legislative, normative e tecnologiche che dovranno essere garantite: adeguati incentivi a ogni segmento di mercato fino alla piena competitività; omogeneità sul territorio delle procedure autorizzative; adeguata politica di sviluppo delle infrastrutture elettriche di trasmissione e distribuzione e delle smart-grid; priorità di dispacciamento dell’energia fotovoltaica in rete; certificazione e formazione degli installatori”.

A tale scopo il nuovo Comitato Direttivo Gifi-Anie ha definito e pubblicato le Linee Guida Programmatiche, un documento che farà da timone alle prossime azioni della compagine associativa. “Il nostro scopo – conclude Natalizia – è quello di coinvolgere tutti gli attori interessati al fotovoltaico in un processo di dialogo che porti alla definizione del percorso comune verso la stabilità del mercato e l’indipendenza dagli incentivi pubblici permettendo all’industria nazionale di cogliere le opportunità di mercato che si aprono a livello mondiale, a partire dal bacino del Mediterraneo”.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dal fotovoltaico il 10% di elettricità entro 10 anni Periti.info