La coibentazione delle tubazioni nell'impianto di riscaldamento | Periti.info

La coibentazione delle tubazioni nell’impianto di riscaldamento

wpid-25001_coibentazionetubazioni.jpg
image_pdf

 

La coibentazione delle tubazioni nell’impianto di riscaldamento assume particolare importanza nel limitare la dispersione termica del sottosistema di distribuzione.

 

LEGGI ANCHE: La contabilizzazione del calore negli impianti termici centralizzati

 

La dispersione termica di una tubazione, a parità di isolamento, è influenzata da una serie di fattori, tra i quali:

• la superficie esterna del tubo;

• la temperatura interna del fluido termovettore;

• la temperatura esterna delle condizioni al contorno (corsello box, cantine o esterno).

 

 

Fig.: Materiali isolanti impiegati per la coibentazione delle tubazioni dell’impianto di riscaldamento

 

 

I materiali isolanti impiegati per la coibentazione delle tubazioni degli impianti di riscaldamento sono:

• polietilene estruso (conduttività a 40 °C pari a 0,045 W/(m °C));

• lana di vetro in coppelle (conduttività a 40 °C pari a 0,039 W/(m °C));

• poliuretano espanso in coppelle (conduttività a 40 °C pari a 0,038 W/(m °C));

• polistirene estruso rigido in coppelle (conduttività a 40 °C pari a 0,040 W/(m °C)).

 

LEGGI ANCHE: Le valvole termostatiche: funzionamento, tipologie e installazione

 

 

Il D.P.R. n. 412 del 1993 fornisce, in funzione del diametro esterno e della conduttività termica dell’isolante, lo spessore del materiale coibente (in mm) da applicare sulle reti di distribuzione dell’impianto termico. Maggiore è la capacità di isolamento del materiale scelto e minore sarà lo spessore da impiegare.

 

Nella tabella, lo spessore del materiale isolante da applicare sulle reti di distribuzione dell’impianto termico (D.P.R. n. 412/1993, Allegato B)

 

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
La coibentazione delle tubazioni nell’impianto di riscaldamento Periti.info