Per le filiere delle biomasse, via alle domande per i fondi del Mise | Periti.info

Per le filiere delle biomasse, via alle domande per i fondi del Mise

wpid-11152_biomasse.jpg
image_pdf

Nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Energie (POI Energie), è possibile da oggi 19 marzo 2012, inoltrare le domande per la partecipazione al bando relativo agli interventi di attivazione di filiere produttive delle biomasse. Il POI prevede fondi di circa 100 milioni di euro, utilizzabili nelle quattro regioni dell’area convergenza Campania, Calabria, Sicilia, Puglia. Lo ha annunciato per mezzo di una nota il ministero dello Sviluppo economico, il quale ha anche spiegato che è necessario inviare le richieste utilizzando il sistema informatico Cilea (secondo le modalità previste nel bando del DM13 dicembre 2011).

Il MiSE (Ministero per lo Sviluppo Economico) comunica inoltre che giovedì 15 marzo il ministro Passera ha firmato il decreto che apporta alcune modifiche al bando del 13 dicembre 2011, che riguardano l’abbassamento della potenza minima passando da maggiore di 1 MW(elettrico) a maggiore di 0,65 MW(elettrico); la modifica del punteggio della premialità riferita alla quantità di biomassa utilizzata proveniente dalle regioni obiettivo; l’istituzione di una sezione distinta per i progetti aventi impianti con potenza inferiore al MW(elettrico) pari a 35 mila euro e la possibilità per le cooperative di accedere al bando.

La Gazzetta Ufficiale pubblicherà il decreto di modifica dopo la registrazione e, in relazione alle modifiche, il termine finale per la presentazione delle domande è prorogato al quarantacinquesimo giorno dalla data di pubblicazione del decreto del 15 marzo 2012.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Per le filiere delle biomasse, via alle domande per i fondi del Mise Periti.info