Si(e)nergie | Periti.info

Si(e)nergie

wpid-4076_UniversityBenGurionofNegev.jpg
image_pdf

L’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, avvia una collaborazione scientifica con l’Università Ben Gurion del Negev, Israele, struttura tra le più avanzate al mondo nel campo della ricerca tecnologica e scientifica.

L’incontro è avvenuto a Gerusalemme e ha vantato la presenza dei maggiori Centri e Agenzie di ricerca italiani e israeliani, che hanno partecipato alla tavola rotonda ‘Il Sistema italiano della ricerca incontra Israele’, all’insegna  dell’Accordo di Collaborazione Scientifico-Tecnologica  nata tra i due Paesi,  avviata con il Ministero degli esteri nell’ ottobre scorso.

Alla Farnesina, ad ottobre, sono stati siglati tre Memorandum of Understanding per la fondazione di tre Laboratori Congiunti tra le più accreditate università Israeliane e i principali Centri e Agenzie di ricerca italiani.

Il Commissario dell’Enea, l’Ing. Giovanni Lelli, ha firmato un accordo che permetterà la realizzazione di un laboratorio sulle energie rinnovabili e solari, progetto che unirà le ricerche italiane a quelle Israeliane.

La nuova sinergia creata rappresenta un’enorme opportunità che permetterà ad entrambe le nazioni di aumentare le proprie competenze e risorse nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica.                                                                       

Gli altri due Laboratori Congiunti vedranno cooperare LENS, Laboratorio Europeo di Spettroscopia non lineare di Firenze, e l’istituto Weizmann, sulla fisica degli atomi freddi (Istituto che vanta un Nobel per la chimica assegnato ad una ricercatrice israeliana, Ada Yonath)e il terzo,  vedrà unire le esperienze dell’Università di Tel Aviv e CNR sulle neuroscienze, nella ricerca della cura di importanti malattie, quali Alzheimer e Parkinson.

I laboratori permetteranno a circa quindici ricercatori italiani di collaborare a progetti comuni in Israele, Paese che vanta prestigio indiscusso a livello mondiale in campo di Ricerca, Sviluppo e tecnologia.

L’accordo con Israele ha portato all’approvazione di 17 nuovi progetti congiunti.

A livello europeo l’Italia si pone come primo partner per numero di collaborazioni con Israele; secondo, a livello mondiale, dopo gli Stati Uniti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Si(e)nergie Periti.info