Entro il 30 giugno il fotovoltaico dovra' essere riciclabile | Periti.info

Entro il 30 giugno il fotovoltaico dovra’ essere riciclabile

wpid-11100_fotovoltaico.jpg
image_pdf

Nuove regole per i pannelli fotovoltaici e, nello specifico, per il loro riciclo. Entro il 30 giugno 2012, infatti, le aziende produttrici dovranno aderire a sistemi o consorzi che garantiscano il riciclo dei moduli fotovoltaici e il loro smaltimento senza che provochino danni ambientali.

Diverse sono le normative che includono le celle per la produzione di energia solare nelle regole di smaltimento rifiuti: il IV Conto Energia, con l’art.11.6 (a) del d.m. del 5 maggio 2011, l’indicazione Ue che sancisce l’obbligo per i produttori di garantire ai loro clienti la possibilità di riciclo dei pannelli, per accedere agli incentivi e, infine, la Raee, direttiva europea sui rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche.

Proprio la revisione di quest’ultima ha inserito le celle fotovoltaiche, una volta raggiunta la fine del proprio ciclo di vita, nella categoria 4 dei rifiuti da apparecchiature elettriche. Il provvedimento era necessario considerate anche le cifre della crescita di queste apparecchiature: in Italia vi sono oltre 330.000 impianti fotovoltaici funzionanti. Come spiega Danilo Bonato, Direttore Generale di ReMedia, consorzio specializzato nella raccolta, trattamento e riciclo degli impianti, il fotovoltaico può tradursi in un vantaggio per l’ambiente anche dopo aver esaurito le funzioni originarie. Dalle strutture si possono ricavare alluminio, vetro, indio, selenide, gallio, attingendo a risorse di materie prime seconde senza produrre ulteriori emissioni di CO2 e senza consumare energia.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Entro il 30 giugno il fotovoltaico dovra’ essere riciclabile Periti.info