I saloni di MACSPE: sette vetrine per la meccanica specializzata La meccanica italiana continua a correre, con il 72% degli imprenditori del comparto che archiviano positivamente il primo semestre 2008... | Periti.info

I saloni di MACSPE: sette vetrine per la meccanica specializzata La meccanica italiana continua a correre, con il 72% degli imprenditori del comparto che archiviano positivamente il primo semestre 2008…

image_pdf

I saloni di MACSPE: sette vetrine
per la meccanica specializzata

La meccanica italiana continua a correre, con il 72% degli imprenditori del comparto che archiviano positivamente il primo semestre 2008, segnalando un andamento degli ordini in crescita (per il 33%) o in linea con l’analogo periodo del 2007 (per il 39%). E anche per la seconda parte dell’anno gli indicatori prevedono un aumento degli ordini per il 43% e stabilità per il 20%. Numeri questi che si riflettono anche sul giro d’affari atteso per l’anno 2008, previsto in crescita per il 43% degli intervistati e stabile per il 21% (sempre rispetto al 2007).
Sono questi i dati salienti di una ricerca condotta su un campione di 150 aziende del comparto meccanica, settore automazione, in occasione dell’ottava edizione di MECSPE, la Fiera internazionale della meccanica specializzata organizzata da Senaf in programma dal 19 al 21 marzo 2009 presso Fiere di Parma. Un evento dedicato all’industria manifatturiera per promuovere idee e innovazione e soddisfare così le diverse esigenze produttive e imprenditoriali.
Sono ben sette i saloni che si terranno in contemporanea a Parma dal 19 al 21 marzo 2009, rappresentanti ognuno i diversi comparti dell’industria manifatturiera: MECSPE – la città della meccanica specializzata; Eurostampi e PlastixExpo – il mondo degli stampi e dello stampaggio; Subfornitura – la più grande fiera italiana per le lavorazioni in conto terzi; Motek Italy – automazione, robotica e trasmissioni di potenza; Control Italy – metrologia e qualità; Trattamenti e Finiture – macchine, impianti, prodotti e accessori per il trattamento e la finitura delle superfici.
Anche per la prossima edizione di MECSPE, la fiera internazionale della meccanica specializzata, torna  l’Unità Dimostrativa “Dal Progetto all’Oggetto“, il tradizionale e atteso appuntamento ospitato all’interno del Salone Eurostampi per far incontrare design, innovazione e tecnologia. Un evento di primo piano in cui gli aspetti tecnici legati alla produzione sposano le istanze estetiche del design più innovativo per la realizzazione, direttamente in fiera con macchine in funzione e sotto gli occhi dei visitatori, di un prodotto di uso comune come l’oggetto scelto per la nuova Unità Dimostrativa: una “molletta”. Il grande merito dell’iniziativa sta proprio nella capacità di coinvolgere tanto gli espositori, che parteciperanno attivamente all’intero ciclo di realizzazione dell’oggetto, dalla fase di progettazione a quella di produzione, quanto i visitatori, che avranno la possibilità di assistere direttamente a tutte le fasi di creazione. Un’occasione unica per verificare come, dietro alla realizzazione anche del manufatto apparentemente più semplice, ci sia un processo e quindi una filiera produttiva con le sue complessità e articolazioni. Quest’anno “la sfida” lanciata dagli organizzatori riguarda la semplificazione delle fasi di realizzazione dello stampo e dello stampaggio di una molletta, progettata e disegnata per essere al contempo gradevole nel design, funzionale nell’uso ed economica nella produzione. La molletta sarà infatti “creata” ex novo in monomateriale plastico (resina acetalica) per stampaggio a iniezione tramite uno stampo a doppia estrazione, ed avrà una forte resistenza all’usura e alla corrosione. L’appuntamento con l’Unità Dimostrativa risulta quindi di particolare importanza per le piccole e medie imprese (Pmi), che in Italia costituiscono circa il 70% della produzione di beni e servizi, e che generalmente non dispongono di sufficienti risorse per investire in R&S. Aziende che possono individuare direttamente in fiera, dal vivo, i processi più idonei a migliorare la produttività dell’impresa, al fine di conseguire e mantenere una posizione di competitività sul mercato nazionale ed internazionale.
Come da tradizione, le mollette prodotte durante la Fiera saranno distribuite come omaggio ai visitatori insieme a un elegante contenitore, realizzato a partire dall’idea di un giovane designer dell’istituto artistico “Lucio Fontana” di Rho, che consentirà di evidenziare la complessità della lavorazione dello stampo: per la prima volta infatti un particolare significativo dello stampo sarà lavorato direttamente all’interno dell’Unità Dimostrativa su un centro di lavoro a 5 assi di ultimissima generazione.
Come sempre saranno numerosi i partner che parteciperanno alla cordata di fornitori del progetto e ognuno metterà a disposizione macchine, attrezzature, informatica e know how allo stato dell’arte.
Accanto alla storica iniziativa Dal Progetto all’Oggetto, torneranno anche le “isole di lavorazione“, che saranno quasi raddoppiate nel numero rispetto alle 22 presenti nel 2008. Anche qui tutti i visitatori potranno vedere le macchine in esposizione in una situazione dinamica e in un contesto reso realistico dall”organizzazione degli spazi, che, allestiti come vere e proprie filiere produttive, offriranno alle aziende partner la possibilità di sviluppare “in real time” un manufatto.
Una scelta che ribadisce come MECSPE sia oltre ad “una vetrina espositrice” anche e soprattutto una vera e propria “fonte” della conoscenza e di “idee”, dove i diversi operatori del comparto della meccanica possono scambiare know-how e soluzioni per generare nuove opportunità di business e proficue sinergie di sviluppo.

Ricco il programma delle conferenze e degli eventi speciali, disponibile sul sito

Copyright © - Riproduzione riservata
I saloni di MACSPE: sette vetrine per la meccanica specializzata La meccanica italiana continua a correre, con il 72% degli imprenditori del comparto che archiviano positivamente il primo semestre 2008… Periti.info