Carrelli per la movimentazione: il settore è in crescita | Periti.info

Carrelli per la movimentazione: il settore è in crescita

Nel 2015 il settore dei carrelli per la movimentazione ha registrato un +21% rispetto all'anno precedente. I dati Aisem/Anima

carrelli_aisem
image_pdf

Eppur si muove. Il settore dei carrelli per la movimentazione traccia un’ottima performance. Aisem/Anima ha tracciato l’andamento del mercato dal 2008 al 2015. Sorprende il risultato dei carrelli da magazzino che recuperano e superano i livelli pre-crisi. Il 2015 si è chiuso, quindi, con un +21% rispetto al 2014. Anche i valori di vendita dei carrelli frontali sia elettrici (+16,5%) che termici (+9,4%) hanno continuato la decisa risalita già avviata negli ultimi anni.

A rilevarlo è un’indagine Aisem, l’Associazione italiana sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione. Di Aisem fanno parte 8 tipologie merceologiche, suddivise in 4 sezioni, che fanno capo ai comparti “sollevamento e trasporto” e “carrelli industriali semoventi”. Il primo comparto occupa in Italia 10.300 addetti per un fatturato di 2,7 miliardi di euro con una quota export/fatturato del 32%, mentre il comparto carrelli industriali occupa 4.180 unità con un fatturato di 1,36 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 32%.

aisem_1

aisem_2

Spiega Angelo Maino, Capogruppo Sezione Carrelli Industriali Aisem:
In controtendenza rispetto a una crescita nulla del nostro paese, il mercato dei carrelli industriali, il cui trend di ripresa si può considerare ormai assodato. Rispetto al 2014 si è notato un forte incremento di ordinativi nel segmento dei carrelli da magazzino e un rallentamento della crescita nel segmento dei carrelli frontali. Si deve al fatto che il mondo della logistica, dei trasporti e della grande distribuzione si sta riprendendo dalla crisi a ritmi più sostenuti di quanto stia facendo il manifatturiero italiano”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carrelli per la movimentazione: il settore è in crescita Periti.info