La centrale nucleare di Latina verso lo smantellamento | Periti.info

La centrale nucleare di Latina verso lo smantellamento

wpid-12075_latina.jpg
image_pdf

È imminente l’avvio dei lavori di demolizione dell’edificio turbine, una struttura in cemento armato lunga 128,5 metri, larga 35,5 e alta 24, che durante l’esercizio ospitava le turbine dell’impianto, tre principali e due ausiliarie. La demolizione della struttura, con un volume di 120.000 metri cubi, produrrà 14.400 tonnellate di cemento, circa il peso del ponte di Brooklyn.

Lo ha annunciato Sogin (Società gestione impianti nucleari) il cui piano industriale prevede tra il 2012 e il 2015 attività di bonifica ambientale nei siti nucleari per circa 350 milioni di euro con l’avvio delle operazioni di smantellamento delle isole nucleari, dei quali circa 40 milioni per le attività nella centrale pontina. 

Sogin terminerà la bonifica del sito di Latina nel 2021 con lo smantellamento di tutte le infrastrutture e l’abbassamento di 20 metri dell’edificio reattore, portandolo dai 50 attuali a 30 metri.

 O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
La centrale nucleare di Latina verso lo smantellamento Periti.info