L'impianto fotovoltaico di Porta Susa vince il Premio Solare Europeo | Periti.info

L’impianto fotovoltaico di Porta Susa vince il Premio Solare Europeo

wpid-13594_portasusafotovoltaico.jpg
image_pdf

L’impianto fotovoltaico che copre la stazione ad Alta Velocità di Torino Porta Susa, in grado di soddisfare parte del fabbisogno elettrico del terminal, ha vinto il Premio Solare Europeo. Il premio è promosso da Eurosolar, associazione che promuove le potenzialità offerte dalle sperimentazioni nel campo dell’architettura ecologica, dell’urbanistica responsabile e della mobilità urbana alternativa nella risoluzione dei problemi energetici.

Il riconoscimento è stato consegnato a Berlino all’architetto Silvio D’Ascia, autore insieme allo studio Arep (Jean-Marie Duthilleul, Etienne Tricaud) e a Agostino Magnaghi del progetto vincitore nella gara internazionale di progettazione bandita da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane).

Già fiore all’occhiello delle nuove stazioni Alta Velocità italiane per le scelte progettuali e tecnologiche altamente innovative, Torino Porta Susa AV rappresenta – nelle parole del gruppo ferroviario italiano – “il nuovo approccio urbanistico scelto per integrare le aree ferroviarie nelle grandi città italiane”. L’impianto fotovoltaico della nuova stazione è in gradi di produrre fino a 770 KWP di potenza nominale; caratterizzato da una singolare forma leggermente sinusoidale, è composto da un’unica struttura di metallo e vetro che si estende per oltre 300 metri di lunghezza e 30 di larghezza. 

Data questa particolare forma del progetto, si è dovuto realizzare i vetri fotovoltaici su misura e in forme trapezoidali, con una trasparenza variabile che parte dal centro e va scalando verso i lati.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’impianto fotovoltaico di Porta Susa vince il Premio Solare Europeo Periti.info