Anci e Telecom danno vita alle “città intelligenti” | Periti.info

Anci e Telecom danno vita alle “città intelligenti”

wpid-6084_smartcities.jpg
image_pdf

È mirato a incrementare la collaborazione tra Amministrazione centrale e Comuni l’accordo siglato fra Sergio Chiamparino, presidente Anci, e Gabriele Galateri di Genola, presidente di Telecom Italia, che dà vita al Laboratorio Smart Cities.

Supervisore e coordinatore Anci e partner tecnologico Telecom Italia, collaboreranno insieme ai Comuni che parteciperanno all’iniziativa – inizialmente Piacenza e Prato – per individuare soluzioni progettuali innovative ritagliate sulle esigenze specifiche degli stessi, in grado di migliorare l’efficienza energetica, il monitoraggio ambientale, la comunicazione ai cittadini e la promozione turistica.

Il Laboratorio Smart Cities permetterà di verificare l’effettiva applicabilità delle soluzioni progettate e di definire le linee guida funzionali all’evoluzione dei contesti urbani verso il modello di “città intelligenti”, con il fine di supportare i Comuni nell’attivazione di queste soluzioni sul proprio territorio.

In particolare, il Laboratorio consentirà di individuare come le infrastrutture di rete di servizi pubblici, a partire da quelle dell’illuminazione, una volta corredate da sensori e collegate alle reti di telecomunicazioni, possano far conseguire ai Comuni un miglioramento dell’efficienza nell’erogazione dei servizi tradizionali, con significativi risparmi nella gestione, e consentire la fornitura di servizi innovativi per la collettività.

Le prime aree di intervento, sulle quali si concentreranno inizialmente le attività, riguardano, per il Comune di Piacenza, la comunicazione ai cittadini, con soluzioni di connettività negli spazi pubblici, monitoraggio della mobilità e dei parcheggi e videosorveglianza. Sul Comune di Prato si lavorerà soprattutto sul fronte della sicurezza, individuando soluzioni progettuali per la videosorveglianza, il telerilevamento di eventi critici e l’efficienza energetica.

Telecom Italia fornirà il supporto necessario per la progettazione di soluzioni tecnologiche negli ambiti definiti, avvalendosi del contributo del proprio centro di ricerca TILab e dello Smart Services Cooperation Lab, costituito in collaborazione con il Cnr e il ministero per la Pubblica Amministrazione e Innovazione.

“L’accordo con Telecom Italia – ha affermato Chiamparino – potrà essere replicato anche con altri operatori privati e si inserisce nell’ambito di una serie di iniziative che Anci sta avviando per promuovere l’evoluzione dei nostri Comuni verso un ambito urbano definito le Città IN, sempre più sostenibile e intelligente, in coerenza con i recenti orientamenti comunitari.

Obiettivo finale dell’iniziativa è offrire a tutti gli associati Anci un modello composto da una serie di servizi-base da promuovere su vasta scala, per aumentare la competitività delle amministrazioni locali e migliorare la qualità di vita dei cittadini, a beneficio di una maggiore sostenibilità.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Anci e Telecom danno vita alle “città intelligenti” Periti.info