Anci, Mise e operatori si alleano per lo sviluppo della banda larga | Periti.info

Anci, Mise e operatori si alleano per lo sviluppo della banda larga

wpid-6019_BandaLarga.jpg
image_pdf

Il presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino, e il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, hanno sottoscritto un accordo mirato a favorire il rilancio economico dei Comuni attraverso la realizzazione delle reti in banda larga e ultra larga.

Attuare misure di semplificazione per la realizzazione delle infrastrutture Tlc, ottimizzare gli interventi nelle strade e nel sottosuolo limitando l’impatto ambientale e riducendo i disagi per la circolazione veicolare e pedonale e, infine, dar vita a un catasto delle infrastrutture attraverso la creazione di un tavolo di coordinamento degli stakeholder pubblici e privati.

Sono questi i principali obiettivi del protocollo di intesa firmato da Anci e Mise, la cui importanza strategica è connessa alla recente firma dell’accordo fra Governo e operatori per le reti di nuova generazione. Il 70% dei costi di queste reti sono infatti per opere civili nel territorio comunale.

Una prima applicazione concreta è rappresentata dalla sottoscrizione di una serie di accordi con gli operatori nazionali Tlc per avviare un’azione di sistema che coinvolga tutti i soggetti, pubblici e privati, per la definizione di interventi basati su modelli operativi condivisi e replicabili. Tali accordi hanno visto protagonisti Fastweb, Telecom Italia e Vodafone, oltre che Iatt (Italian association for trenchless technology), associazione che promuove l’utilizzo di tecniche di scavo poco invasive per le infrastrutture, tra cui la posa di reti in fibra ottica.

“La sottoscrizione del protocollo d’intesa fra Anci e ministero dello Sviluppo economico – ha sottolineato Sergio Chiamparino – sancisce la comune volontà di favorire lo sviluppo della banda larga e delle reti di nuova generazione nelle nostre città, che consideriamo infrastrutture strategiche per il rilancio della competitività dei territori”.

I comuni sono i veri protagonisti del Piano nazionale banda larga e ultra larga – ha aggiunto Roberto Sambuco, capo dipartimento per le comunicazioni del Mise – e solo coordinandoci in un progetto di sistema renderemo l’Italia leader nelle Tlc raggiungendo gli obiettivi della strategia EU2020”.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Anci, Mise e operatori si alleano per lo sviluppo della banda larga Periti.info