Dall'IBM la nuova tecnologia per una protezione superiore | Periti.info

Dall'IBM la nuova tecnologia per una protezione superiore

wpid-3202_password.jpg
image_pdf

Ibm annuncia MAGEN (Masking Gateway for Enterprise) una tecnologia in grado di proteggere dati sensibili dalla visione di persone non autorizzate, ma che non altera le altre informazioni. Magen blocca l’informazione riservata prima che raggiunga il display in modo che si possa visualizzare.

Questa tecnologia si basa sul sistema OCR (Optical Character Recognition) cioè sul riconoscimento ottico dei caratteri. Mediante un algoritmo di analisi, Magen è in grado di operare un mascheramento di quei dettagli che devono essere occultati a chi si trova a leggere lo schermo. Dunque agisce sui documenti  aperti a più utenti, ma di cui solo alcuni sono autorizzati a poter visionare in versione integrale.

Tamar Domany, responsabile del progetto presso i Laboratori IBM ad Haifa, ha dichiarato:

“MAGEN fornisce una soluzione comune per tutte le applicazioni, a prescindere dai sistemi operativi e dai protocolli di comunicazione. La soluzione è completamente generica e può essere usata con qualunque tipo di dato, qualunque applicazione e per differenti livelli di autorizzazione”.

Questa soluzione potrebbe trovare numerose applicazioni, come, ad esempio, nel caso di Sanità, Pubblica Amministrazione, servizi finanziari, o semplicemente grandi aziende, i cui dati sono riservatissimi. Si pensi al numero di carta di credito, alle informazioni riguardanti la salute, o password etc.

Inoltre, ora che internet e la condivisione dei dati su server dislocati in posizioni diverse nel globo stanno diventando sempre più frequenti una soluzione di questo tipo risulta assai comoda.

Infatti, Magen gira su un server e viene invocato da una applet Java sui PC altrove dislocati. Ibm ha rivelato di possedere una parte di software in grado non solo di nascondere ma di mascherare i dati: “Abbiamo una funzione che può prendere un numero di carta di credito e sostituirlo con un altro che è valido o può sembrarlo”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dall'IBM la nuova tecnologia per una protezione superiore Periti.info