Italia: social network che passione | Periti.info

Italia: social network che passione

wpid-9745_socialnetworkinglogos.jpg
image_pdf

In occasione della Social Media Week di Milano, Nielsen ha pubblicato la ricerca “State of the Media: The Social Media Report” da cui emerge che l’Italia batte gli Usa sui social network. Infatti l’80% degli utenti Internet negli Stati Uniti e l’84% in Italia sono visitatori di siti di social network e blog.

E per gli italiani è una vera e propria passione/ossessione perché, se gli americani passano un quarto del loro tempo sui social network, gli italiani spendono in questo modo ben un terzo della loro giornata53.457.258 minuti. Questo è il tempo dedicato gli utenti su Facebook nel solo mese di Maggio.
Il sito di Mark Zuckerberg, ha raggiunto, negli Stati Uniti, picchi di oltre 140 milioni di visitatori unici. Al secondo posto si trova la blogosfera, con più di 50 milioni, mentre la medaglia di bronzo se la aggiudica Twitter, grazie ai suoi 23 milioni di cinguettatori unici giornalieri. Ai piedi del podio (e intorno ai 20 milioni di contatti) si piazzano invece WordPress, MySpace e LinkedIn, mentre tra gli emergenti troviamo Tumblr, che è stato in grado di triplicare il proprio pubblico in un solo anno. 

Il trend piace anche agli economisti, visto che il 70% degli adulti attivi sui social ama fare acquisti online (il 12% in più dell’utente adulto Internet medio).

Anche nei social media, cresce la componente Mobile. Il 40% degli utenti di social media negli Stati Uniti naviga da smartphone: merito degli over 55. I social network sono la terza app per download dopo gaming mobile (giochi) e meteo.

Facebook non è però solo un fenomeno di intrattenimento digitale: ha contribuito a creare circa 182 mila posti di lavoro e un indotto di oltre 12 miliardi di dollari nell’economia degli Stati Uniti nel giro degli ultimi 12 mesi. I 750 milioni di utenti di Facebook effettuano il download di oltre 20 milioni di applicazioni al giorno.

I più attivi su Facebook (e non solo) sono le donne e i giovani fra i 18 e i 34 anni, mentre gli uomini preferiscono LinkedIn e Wikia.

I social media in Europa sono alla base anche del successo elettorale del Partito Pirata in Germania, mentre nei paesi Arabi hanno trainato la cosiddetta “Primavera Araba“: gli iscritti arabi a Facebook sono infatti in rialzo del 50%, nella prima metà dell’anno, toccando quota 32 milioni. I paesi con il maggior numero di utenti sono: Qatar, Emirati Arabi, Kuwait e Libano.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Italia: social network che passione Periti.info