Quanto è verde il mio computer? | Periti.info

Quanto è verde il mio computer?

wpid-4727_server.jpg
image_pdf

L’efficienza e la sostenibilità  ambientale in ambito ICT sono diventate negli ultimi anni un tema sempre più rilevante. L’informatica verde ha compiuto a livello internazionale importanti passi in avanti guadagnando interesse nell’opinione pubblica e maggiore attenzione da parte del mondo aziendale.

Grazie a questo trend è stato possibile rivedere in chiave green la progettazione e la costruzione di computer e centri di calcolo tenendo conto di tutto il ciclo di vita fino alla fase dello smaltimento delle apparecchiature.

Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione se impiegate bene, possono aiutare nell’adozione di comportamenti rispettosi dell’ambiente, considerando che da un lato contribuiscono esse stesse all’inquinamento, dall’altro rappresentano soluzioni efficaci per una “evoluzione verde”, con computer sostenibili e risparmio energetico, e numeri non indifferenti se applicati alla Pubblica Amministrazione. È quanto è emerso durante il convegno “Quanto è  verde il mio computer?” nel corso del Forum PA di Roma che si svolge in questi giorni.

La green computing si occupa dello studio e della messa in pratica di tecniche di progettazione e realizzazione di computer, server, e sistemi connessi come ad esempio monitor, stampanti, dispositivi di archiviazione e reti e sistemi di comunicazione efficienti con impatti ambientali limitati o nulli. La green IT si pone un duplice obiettivo, il raggiungimento di un tornaconto economico e di buone prestazioni tecnologiche, rispettando le nostre responsabilità sociali ed etiche. Quindi comprende la sostenibilità ambientale, l’efficienza energetica, il costo totale di proprietà, che comprende il costo di smaltimento e riciclaggio.

Secondo Giovanna Sissa, esperta di Information Society, “l’ICT rappresenta un pericolo per l’ambiente: un computer, infatti, consuma energia elettrica pari a 0.65 kWh, 0.35 kWh in stand by, e un server medio produce le stesse emissioni di anidride carbonica di un Suv. Eppure la tecnologia può rappresentare allo stesso tempo uno strumento di sostenibilità: semplicemente spegnendo il PC durante la notte si può risparmiare una quantità di elettricità equivalente a 235 kg di Co2 l’anno”.

L’ICT dunque gioca un duplice ruolo rispetto all’ambiente. E’ una sorgente di CO2 ma è anche e soprattutto un formidabile motore ridurre le emissioni di CO2 mediante la realizzazione di servizi web che riducano spostamenti, ottimizzino attività e consentano la de materializzazione. Questo secondo aspetto è considerato potenzialmente superiore al quello negativo. 

Copyright © - Riproduzione riservata
Quanto è verde il mio computer? Periti.info