Telecomunicazioni: dal 25 maggio la nuova normativa europea

wpid-8952_nuovapianetainterconnesso.jpg

Il 25 maggio entreranno in vigore alcune nuove regole comunitarie nel campo della telefonia mobile.
Le novità di rilievo avranno effetti anche nei vari ordinamenti nazionali. Le nuove norme UE delle telecomunicazioni influiranno sui vari ordinamenti nazionali, con vantaggi che i clienti aspettavano da tempo, per esempio diritto di cambiare operatore in un solo giorno, mantenendo il proprio numero di telefono (la cosiddetta portabilità). Saranno anche assicurate una  maggiore chiarezza sui servizi offerti e una migliore protezione dei dati personali online.

La Commissione europea avrà anche nuovi poteri di controllo e regolamentazione per le comunicazioni elettroniche per il BEREC (Body of European Regulators for Electronic Communications). Da ciò dovrebbe derivare omogeneità regolamentare, aiutando gli operatori di telecomunicazioni a crescere all’interno di un unico mercato delle telecomunicazioni paneuropeo.

Le norme UE sono il frutto della collaborazione tra Commissione europea e Stati membri, che, se non si adegueranno alle nuove regole, saranno soggetti ad una procedura d’infrazione.

La portabilità, sia per telefonia fissa sia mobile, o MNP (mobile number portabilità) sarà possibile in 24 ore, in Italia ad esempio richiede ancora un periodo di 3 giorni.

Per la durata dei contratti sarà introdotto un limite massimo: non si potranno superare i 24 mesi e ci sarà l’obbligo di avere contratti con scadenza a 12 mesi. Quindi ci saranno almeno due situazioni contrattuali per ogni operatore, una “lunga” e una “corta”.

Inoltre, i contratti dei gestori dovranno dare informazioni sui livelli minimi di qualità del servizio. In particolare, agli abbonati ad Internet devono essere fornite informazioni sulle tecniche di gestione del traffico e il loro impatto sulla qualità dei servizi, nonché qualsiasi altra limitazione, come la larghezza di banda, la reale velocità di connessione disponibile o il blocco ad alcuni servizi come il VoIP.

Sui contratti, infine, dovranno essere elencate informazioni come: dettagli per gli indennizzi e rimborsi disponibili.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata