L'Italia delle discariche sanzionata dall'Ue | Periti.info

L’Italia delle discariche sanzionata dall’Ue

wpid-12606_europeacommissione.jpg
image_pdf

Ancora pressioni dell’Unione Europea sull’Italia in materia di gestione delle discariche. Su iniziativa del commissario per l’Ambiente Janez Potocnik, la Commissione porterà l’Italia davanti alla Corte di Giustizia, chiedendo una multa di 56 milioni di euro per non aver rispettato quanto stabilito una sentenza dell’aprile 2007, oltre a un’ammenda giornaliera di 256.819,20 euro per ogni giorno trascorso dall’eventuale secondo procedimento giudiziario.

Secondo Bruxelles, in Italia ci sono ancora 255 discariche da bonificare, 16 delle quali conterrebbero rifiuti ad alta tossicità. A differenza di quanto annunciato dalle autorità italiane nel 2007, sono solo 31 le discariche per le quali si prevede la chiusura entro la fine del 2012, mentre un calendario completo per la chiusura dei lavori è stato fornito per solo 132 delle 255 discariche complessive. In aggiunta – sottolinea la Commissione – non è stato fornita alcuna informazione in grado di provare un sistema di adeguato monitoraggio per prevenire l’apertura di nuove discariche illegali. “Nonostante alcuni progressi significativi” – si legge nella nota della Commissione – “è evidente che il problema persiste in quasi tutte le Regioni italiane. La decisione della Corte del 2007 non è stata rispettata, pertanto la Commissione ha deciso di portare l’Italia ancora una volta davanti alla Corte chiedendo sanzioni”.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’Italia delle discariche sanzionata dall’Ue Periti.info