Parte l'Osservatorio 'anti-burocrazia' di Confartigianato | Periti.info

Parte l’Osservatorio ‘anti-burocrazia’ di Confartigianato

wpid-19664_burocrazia.jpg
image_pdf

La burocrazia italiana pesa su ogni impresa per 7.091 euro l’anno: pesantezze e macchinosità nell’assolvere gli adempimenti amministrativi complessivamente ‘costano’ 30,98 miliardi, una cifra pari a 2 punti di Pil. Una cifra che non fa ben figurare l’Italia all’interno della classifica internazionale sulla facilità di fare impresa, al 73° posto su 185 Paesi.

Ad affermarlo è Confartigianato, in occasione dell’attivazione dell’Osservatorio “Follia burocratica? Raccontaci la tua”, strumento-sondaggio che punta raccogliere follie e assurdità legate alla burocrazia per le imprese, nell’ottica di individuare nuovi interventi di sfoltimento.

È interessante osservare quali siano gli ambiti più ‘appesantiti’ rispetto ai costi burocratici: sulla cifra complessiva calcolata dal monitoraggio effettuato da Confartigianato, tra il 2007 e il 2012 (30,98 miliardi), 9,9 miliardi, quasi un terzo del totale, appartengono all’ambito “Lavoro e Previdenza”, 4,6 alla sicurezza sul lavoro e 4,4 all’edilizia.

Secondo Confartigianato i costi complessivi potrebbero diminuire di 8,49 miliardi, pari al 29% in meno, se venissero attuati i provvedimenti di semplificazione varati tra il 2008 e il 2012. Si tratta di norme dovrebbero alleggerire costi e vincoli burocratici in materia di lavoro e previdenza, fisco, privacy, appalti, ambiente, edilizia, sebbene gli effetti di esse – secondo l’associazione – siano ancora tutti da dimostrare.

Da qui nasce la proposta di Osservatorio anti-burocrazia: accessibile tramite il portale di Confartigianato, la consultazione resterà attiva fino al 31 gennaio 2014; le segnalazioni degli imprenditori verranno raccolte in un rapporto finale di proposte che sarà presentato al Governo e al Parlamento.

Copyright © - Riproduzione riservata
Parte l’Osservatorio ‘anti-burocrazia’ di Confartigianato Periti.info