Produzione industriale: +0,3% ad agosto 2014, crescita troppo contenuta | Periti.info

Produzione industriale: +0,3% ad agosto 2014, crescita troppo contenuta

wpid-24902_industriameccanica.jpg
image_pdf

La produzione industriale registra un piccolo dato positivo ad agosto 2014, che letto tuttavia in un contesto più ampio non permette di essere letto come una reale, seppur contenuta, inversione di tendenza. Secondo l’ultimo aggiornamento Istat l’indice destagionalizzato della produzione industriale è aumentato dello 0,3% rispetto a luglio 2014: paragonando il dato grezzo, tuttavia, a quello del mese di agosto 2013, il calo è del 3,7%. Va detto che l’anno scorso questo stesso dato indicava un -7,6% su quello di agosto 2012. Il calo, in sostanza, continua a esserci ma in misura perlomeno più limitata.

Lo stesso contenuto aumento di agosto 2014, riletto per gli effetti di calendario, cioè considerando i 20 giorni lavorativi di agosto 2014 contro i 21 di agosto 2013, diventa un -0,7%.

Negativi anche i dati medi della produzione su più mesi: -0,3% tra giugno-agosto 2014 contro il trimestre precedente, e una media da inizio anno che risulta più bassa dello 0,1% rispetto alla media dei primi otto mesi dell’anno 2013.

L’indice segna variazioni congiunturali positive per i beni di consumo (+2,3%), i beni strumentali (+1,6%) e i beni intermedi (+0,2%); in negativo invece il comparto dell’energia (-0,3%). Corretti per gli effetti di calendario, gli indici rilevano aumenti tendenziali nei raggruppamenti dei beni di consumo (+2,3%) e dei beni strumentali (+1,7%), e cali invece per l’energia (-2,6%) e i beni intermedi (-2,2%).

Entrando nel merito dei settori di attività economica, i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+14,9%), della fabbricazione dei mezzi di trasporto (+9,6%) e della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+9,5%). I cali più forti invece riguardano i settori della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-13,6%), dell’attività estrattiva (-6,0%) e della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-5,7%).

Copyright © - Riproduzione riservata
Produzione industriale: +0,3% ad agosto 2014, crescita troppo contenuta Periti.info