Professionisti over 65: nessun contributo all'Inps | Periti.info

Professionisti over 65: nessun contributo all'Inps

wpid-1717_over.jpg
image_pdf

Sentenza favorevole alle Casse di previdenza private da parte del Tribunale di Aosta che ha annullato la cartella di pagamento notificata per conto dell’Inps ad un libero professionista over 65. Lo rende noto l’Eppi, spiegando che il giudice del lavoro territorialmente competente, il 4 febbraio scorso, ha appunto deciso di annullare, in quanto illegittima, la cartella di pagamento che era stata notificata ad un libero professionista perito industriale che aveva proseguito la sua attività dopo 65 anni.

Inoltre il giudice ha confermato la legittimità delle disposizioni dei Regolamenti di previdenza dei liberi professionisti che disciplinano la facoltà di non versare i contributi previdenziali al professionista over 65, condannando l’Inps a pagare le spese processuali.

L’Istituto nazionale contestava al libero professionista il mancato versamento previdenziale a fronte della produzione di un reddito e si avocava il diritto di iscriverlo d’ufficio alla Gestione separata dell’Istituto nazionale, presentandogli il conto dei contributi da pagare.

L’Istituto ha ignorato il Regolamento previdenziale dell’Eppi, unico Ente al quale il professionista deve essere ancora oggi obbligatoriamente legato, straripando rispetto ai suoi argini di competenza e attribuzione ben definiti dalla legge di riforma del sistema previdenziale del 1995.

La sentenza di Aosta, favorevole all’autonomia dei liberi professionisti, ha valore di riferimento per tutto il sistema previdenziale privato. Anzitutto, stabilisce che l’azione dell’Inps verso i redditi di un libero professionista non è ammissibile.

Conseguentemente sottolinea che la competenza previdenziale sui liberi professionisti ricade esclusivamente sull’Ente di previdenza di appartenenza, unico ad avere diritto e dovere di vigilare sulla correttezza del rapporto con i propri iscritti, ovviamente alla luce delle regole previdenziali che i Ministeri hanno preventivamente riconosciuto corrette.

In sostanza, l’Eppi, ma anche le altre Casse, potranno riferirsi a questo precedente giurisprudenziale per sostenere le iniziative che i liberi professionisti over 65 vorranno opporre a quelle dell’Inps.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Professionisti over 65: nessun contributo all'Inps Periti.info