Studi di settore 2014, si' ai correttivi anticrisi | Periti.info

Studi di settore 2014, si’ ai correttivi anticrisi

C'e' l'ok sui correttivi per gli studi di settore 2014 che tengono conto della particolare congiuntura economica

wpid-3146_dichiarazioneredditiperiti.jpg
image_pdf

Sono stati approvati i correttivi anticrisi per gli studi di settore 2014: la Commissione degli esperti si è espressa con favore sugli interventi che tengono in considerazione la particolare congiuntura economica dello scorso anno. A renderlo noto è l’Agenzia delle Entrate.

La decisione è scaturita dall’analisi delle informazioni pervenute dal ministero dello Sviluppo economico, dalla Banca d’Italia, dall’Istat, dalle Associazioni di categoria, dagli Osservatori regionali e da altri istituti di ricerca. L’attività di monitoraggio dell’andamento dei settori economici effettuata sul territorio nazionale ha esaminato, oltre alle informazioni fornite dalle associazioni di categoria, anche i dati relativi alle comunicazioni e dichiarazioni annuali Iva 2014. Le elaborazioni sono state effettuate su un panel di circa 2,1 milioni di contribuenti che hanno applicato gli studi di settore nel quadriennio 2010-2013.

Sulla base di questi dati, sono stati individuati i correttivi anticrisi, utilizzando anche una nuova metodologia di stima. I correttivi rientrano in 4 categorie: correttivi congiunturali di settore, correttivi congiunturali territoriali, correttivi congiunturali individuali, interventi relativi all’analisi di normalità economica. 

Copyright © - Riproduzione riservata
Studi di settore 2014, si’ ai correttivi anticrisi Periti.info