Saie: innovazione per rilanciare il settore delle costruzioni | Periti.info

Saie: innovazione per rilanciare il settore delle costruzioni

wpid-5920_saie.jpg
image_pdf

Ha chiuso i battenti a Bologna con un bilancio positivo l’edizione 2010 di Saie: oltre 168.000 visitatori professionali (+1%) e oltre 6.800 operatori esteri in visita all’evento. Le aziende espositrici che hanno presentato le soluzioni più innovative sono state 1.500, di cui 302 estere.

Il tema della sostenibilità è stato tra i fili conduttori delle numerose novità di questa edizione con la convinzione diffusa e condivisa che il fattore innovazione sia la vera chiave di rilancio del settore. Ma la ripresa passa anche attraverso una sempre più incisiva presenza delle aziende italiane ed europee sui mercati in massima espansione.

Questo il motivo che ha spinto Saie ad organizzare – in collaborazione con Ice, Regione Emilia Romagna e il ministero per lo Sviluppo Economico – un intenso programma di visita di delegazioni estere provenienti dai Paesi maggiormente impegnati nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali.

La manifestazione ha costituito anche l’occasione per presentare il secondo rapporto Saienergia, elaborato da Cresme, che ha illustrato il quadro dei consumi energetici in Italia, con particolare attenzione alle costruzioni. Un settore che si è rivelato particolarmente “energivoro”: 46,9 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti il consumo complessivo nel 2009, suddivisi in 28,6 milioni per il settore residenziale e 18,3 milioni per il terziario, con una crescita del 3,5% rispetto al 2008.

Non sono state trascurate le rinnovabili: Saienergia ha infatti riportato i dati sulla produzione di energia da fonti rinnovabili secondo le stime del bilancio energetico nazionale e di Eurostat. Esse hanno rappresentato il 10,7% del consumo interno lordo nel 2009 e l’8,9% nel 2008. Anche se contribuiscono ancora in maniera modesta al consumo complessivo, è comunque importante sottolineare come le fonti alternative rappresentino la quota maggiore di energia prodotta in Italia, in particolare proveniente da fonti idroelettriche, con prospettive interessanti per eolico e solare in virtù delle nuove installazioni avvenute nel 2009 e 2010.

Al Saie 2010 è stato notevole il successo dell’iniziativa delle Piazze, una delle novità di questa edizione. Dodici spazi – dislocati nei padiglioni e focalizzati su temi specifici: energia, legno, involucro, sostenibilità, laterizi, pavimentazioni, recupero, cantiere, software, chiusure tecniche – che sono stati il vero punto d’incontro per tutti gli operatori dove mettere a confronto le idee per il futuro delle costruzioni. Ed è proprio in una di queste piazze, quella del Cuore Mostra, che si è svolta la premiazione dei prodotti più innovativi presentati negli ultimi 7 anni dalle aziende espositrici, valutati da una giuria composta dai direttori di riviste del settore edile.

“Dopo gli ultimi anni di grande difficoltà per il settore delle costruzioni, i segnali che arrivano sono positivi – ha dichiarato Luigi Amedeo Melegari, presidente Ance Bologna – in particolare per quello che riguarda gli aspetti legati alla sostenibilità e alla riqualificazione energetica. In questo senso è necessario avere regole più moderne, capaci di dare risposte a un mercato che richiede sempre più dinamismo e immediatezza, anche da parte delle amministrazioni locali”.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Saie: innovazione per rilanciare il settore delle costruzioni Periti.info