Salute e sicurezza sul lavoro: tre sfide nel nuovo quadro strategico | Periti.info

Salute e sicurezza sul lavoro: tre sfide nel nuovo quadro strategico

wpid-23493_FotoliaSubscriptionMonthlyXL.jpg
image_pdf

La Commissione europea ha presentato lo scorso 6 giugno un nuovo quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014–2020, che individua le sfide e gli obiettivi strategici principali e presenta azioni chiave individuando gli strumenti per affrontarle.

Il nuovo quadro mira a garantire che l’Ue continui a svolgere un ruolo guida nella promozione di standard elevati in materia di condizioni di lavoro, sia in Europa che a livello internazionale, in linea con la strategia Europa 2020.

Sono tre le sfide principali individuate dalla Commissione: migliorare l’attuazione delle norme in materia di salute e sicurezza esistenti, in particolare rafforzando la capacità delle microimprese e delle piccole imprese di mettere in atto misure di prevenzione dei rischi efficaci ed efficienti; migliorare la prevenzione delle malattie professionali affrontando i rischi nuovi ed emergenti senza trascurare quelli già esistenti; tenere conto dell’invecchiamento della forza lavoro dell’Ue.

Il quadro strategico individua, inoltre, gli strumenti per attuare queste azioni: dialogo sociale, sensibilizzazione, applicazione della normativa dell’Ue, sinergie con altri settori strategici – per esempio sanità pubblica e istruzione – e con i fondi dell’Unione, come il Fondo sociale europeo (Fse) e il programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale (Easi), strumenti disponibili per attuare le norme sulla salute e la sicurezza.

Il quadro strategico sarà rivisto nel 2016 per fare il punto sulla sua attuazione e per valutare i risultati del processo di valutazione globale della legislazione unionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro che saranno disponibili entro la fine del 2015.

Copyright © - Riproduzione riservata
Salute e sicurezza sul lavoro: tre sfide nel nuovo quadro strategico Periti.info