Sicurezza sul lavoro: la valutazione dei rischi specifici | Periti.info

Sicurezza sul lavoro: la valutazione dei rischi specifici

wpid-25429_rischio.jpg
image_pdf

Quali sono gli obblighi in materia di valutazione dei rischi specifici previsti dal D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81, il Testo unico sicurezza sul lavoro (Tusl)? Per rischi specifici si intendono tutti i rischi ulteriori rispetto all’ordinaria esposizione al pericolo che derivi da qualsivoglia attività lavorativa. Sul fronte della valutazione dei rischi specifici derivanti dal tipo di attività svolta nell’impresa, norma fondamentale è l’art. 25, comma 1, lettera b) del Tusl. 
Il Testo unico sicurezza sul lavoro (Tusl) dispone che il medico competente “programma ed effettua la sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41 attraverso protocolli sanitari definiti in funzione dei rischi specifici e tenendo in considerazione gli indirizzi scientifici più avanzati”. 

SCOPRI’ DI PIU’ SULLA SICUREZZA SUL LAVORO

In questo caso, come si vede, i rischi specifici assumono un ruolo chiave in tema di sorveglianza sanitaria; in altre parole, la loro presenza è uno dei presupposti per cui l’impresa è tenuta a effettuare la sorveglianza sanitaria. stessa. A tale tipo di rischio specifico appartengono ad esempio i rischi da agenti chimici e rischi da esplosione, dei quali rispettivamente si occupano gli artt. 226 e 290 del Tusl.
I rischi specifici inerenti singoli luoghi o momenti delle lavorazioni sono invece caratteristici dei lavori di cantiere dei quali si occupa l’art. 26 del Tusl stesso. Il terzo tipo di rischio specifico è delineato dall’art. 71, ai sensi del quale, ove sussista un rischio derivante dall’utilizzo di una singola attrezzatura, il datore di lavoro è tenuto a adottare le misure necessarie.
A tutti i tipi di rischio specifico, naturalmente, si applicano due importantissime disposizioni degli articoli 28, lettera f), e art. 36, comma 2, lettera a), rispettivamente dedicati a Documento Valutazione Rischi e alla formazione dei lavoratori.

Riferimenti Editoriali


Il Testo Unico sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza

L’applicazione del Tu sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi ha compiti e ruoli di rilievo in azienda o sul cantiere: professionista, rspp, aspp, datore di lavoro – È essenziale allora conoscere le decisioni prese dalla magistratura su casi concreti in tema di sicurezza. Il volume, aggiornato al mese di aprile con la sentenza delle Sezioni Unite pronunciata il 24 aprile 2014 nel processo ThyssenKrupp, è dunque uno strumento pratico per gli operatori della sicurezza che cercano orientamenti e risposte a questioni concrete. L’autore ha selezionato la giurisprudenza della Corte di Cassazione in tema di sicurezza del lavoro, sintetizzando casi pratici e relative decisioni con un linguaggio chiaro e attento alle esigenze dei tecnici.

Autore:   •   Editore: Ipsoa – Indicitalia   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Riferimenti Editoriali


Psc – Piano di Sicurezza e Coordinamento

Una guida alla redazione del Piano e un software di supporto alla sua compilazione

In un solo volume tutti gli strumenti necessari alla figura del Coordinatore per la sicurezza in cantiere, oltre a un compositore informatico che permette di redarre il Psc velocemente e ad un alto livello tecnico.

Autore:   •   Editore: Wolters Kluwer Italia   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Sicurezza sul lavoro: la valutazione dei rischi specifici Periti.info