Trattori agricoli o forestali: le responsabilità della sicurezza | Periti.info

Trattori agricoli o forestali: le responsabilità della sicurezza

Chi è il responsabile delle misure di sicurezza per l’uso di trattori agricoli o forestali? Cosa dice il Tusl?

trattori agricoli o forestali
image_pdf

La responsabilità della sicurezza dei lavoratori addetti all’uso dei trattori agricoli o forestali ricade sul datore di lavoro o sulle figure indicate all’art. 21 del TUSL (componenti dell’impresa familiare di cui all’articolo 230-bis del codice civile, lavoratori autonomi che compiono opere o servizi ai sensi dell’articolo 2222 del codice civile, piccoli imprenditori di cui all’articolo 2083 del codice civile e soci delle società semplici operanti nel settore agricolo, come il coltivatore diretto).

I trattori agricoli o forestali devono presentare marcatura CE, salvo che siano stati messi in servizio prima dell’emanazione delle norme di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto, nel qual caso devono essere conformi ai requisiti generali di sicurezza secondo l’All. V del TUSL.

Ai fini della salute e della sicurezza, i trattori agricoli o forestali devono essere adeguati al lavoro da svolgere e utilizzati secondo le istruzioni d’uso. Soggetti a idonee revisioni periodiche atte a garantire la permanenza dei requisiti di sicurezza, possono subire eventuali interventi di riparazione che devono, però, essere realizzati solo da addetti qualificati e specializzati. Queste operazioni vanno indicate su un apposito registro di controllo, insieme alle altre attrezzature di lavoro.

Il posto di lavoro e la posizione degli operatori devono inoltre rispondere ai principi dell’ergonomia, secondo misure tecniche e organizzative, in quanto attrezzature mobili e semoventi utilizzabili per sollevare e movimentare carichi, come previsto dall’All. VI del TUSL.

Gli operatori, cioè coloro che utilizzano queste attrezzature, devono essere formati e istruiti attraverso un addestramento specifico in merito all’uso dei trattori agricoli o forestali e al contesto dove avviene la lavorazione, nonché ad eventuali pericoli interferenti che possano intervenire nell’ambiente di lavoro, come prescritto dall’art. 73 del TUSL. Essendo infatti considerati “attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari”, per l’utilizzo a scopo lavorativo di trattori agricoli o forestali bisogna ottenere l’abilitazione (patentino), anche per uso saltuario e occasionale, come indicato dall’art. 37 del TUSL.

Copyright © - Riproduzione riservata
Trattori agricoli o forestali: le responsabilità della sicurezza Periti.info