Sono le materie prime a rendere incerta la crescita | Periti.info

Sono le materie prime a rendere incerta la crescita

wpid-8036_ramebig.jpg
image_pdf

“Le recenti tendenze nel mercato delle materie prime industriali hanno prodotto rilevanti ripercussioni per le imprese elettrotecniche ed elettroniche – ha dichiarato il presidente di Confindustria Anie, Guidalberto Guidi. – Il primo e importante effetto si identifica nell’aggravarsi degli oneri dal lato dei costi. Le crescenti tensioni nel mercato delle materie prime hanno conseguenze estremamente negative sui margini aziendali già fortemente compromessi dalla crisi.”

“Inoltre, nell’ultimo periodo – ha precisato il presidente Guidi – i fornitori di materie prime hanno spesso richiesto la riduzione dei tempi di pagamento, facendo valere la propria forza contrattuale. Ciò aggrava la gestione operativa delle imprese, che si trovano ad affrontare una costante carenza di liquidità”.

Solo nell’ultimo anno il prezzo del rame ha subito un rialzo del 52,8%, toccando i 10.000 dollari per tonnellata e le materie plastiche hanno segnalato incrementi decisamente sostenuti. In conseguenza di tali tendenze le quotazioni hanno raggiunto e superato per diverse commodity i livelli pre-crisi, esprimendo massimi storici. Tali andamenti sono riconducibili in parte alla repentina ripresa dell’attività industriale nei principali mercati, in particolare asiatici, che ha spinto nuovamente la domanda di input produttivi, ma non sono da sottovalutare i rilevanti fenomeni speculativi nei mercati finanziari.

“In un’ottica di più lungo periodo – ha concluso il presidente di Confindustria Anie – la costante erosione delle risorse disponibili potrebbe impattare negativamente sugli investimenti più strategici, fra cui quelli rivolti all’innovazione e alla crescita su nuovi mercati.”

Copyright © - Riproduzione riservata
Sono le materie prime a rendere incerta la crescita Periti.info