AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 27 Settembre 2007 | Periti.info

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 27 Settembre 2007

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 27 Settembre 2007 - Disposizioni in materia di condizioni economiche del servizio di maggior tutela basate su prezzi biorari e modifica della deliberazione 27 giugno 2007, n. 156/07 (TIV). (Deliberazione n. 237/07). (GU n. 242 del 17-10-2007 - Suppl. Ordinario n.208)

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 27 Settembre 2007

Disposizioni in materia di condizioni economiche del servizio di
maggior tutela basate su prezzi biorari e modifica della
deliberazione 27 giugno 2007, n. 156/07 (TIV). (Deliberazione n.
237/07).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 27 settembre 2007;
Visti:
la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 26 giugno 2003;
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
il decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73, recante misure urgenti
per l’attuazione di disposizioni comunitarie in materia di
liberalizzazione dei mercati dell’energia, convertito con
modificazioni in legge 3 agosto 2007, n. 125;
la deliberazione dell’Autorita’ 9 giugno 2006, n. 111/06 e, in
particolare l’allegato A, come successivamente modificata e
integrata;
la deliberazione dell’Autorita’ 27 giugno 2007, n. 156 (di
seguito: deliberazione n. 156/07);
il Testo integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei servizi di vendita
dell’energia elettrica di maggior tutela e di salvaguardia ai clienti
finali ai sensi del decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73, approvato
con deliberazione n. 156/07 (di seguito: TIV);
la deliberazione dell’Autorita’ 27 giugno 2007, n. 159/07;
la deliberazione dell’Autorita’ 3 agosto 2007, n. 208/07;
la deliberazione dell’Autorita’ 27 settembre 2007, n. 236/07;
il documento per la consultazione del 18 giugno 2007, atto n.
24/07, in materia di determinazione convenzionale per fasce orarie
dei profili di prelievo dell’energia elettrica fornita ai clienti
finali non trattati su base oraria;
la lettera della societa’ Enel SpA in data 30 luglio 2007,
ricevuta dall’Autorita’ in data 18 settembre 2007 (prot. Autorita’ n.
24938);
la lettera della societa’ Enel SpA in data 21 settembre 2007,
ricevuta dall’Autorita’ in data 25 settembre 2007 (prot. Autorita’ n.
25640).
Considerato che:
l’art. 19 del TIV prevede la riprogrammazione dei misuratori
dell’energia elettrica per i clienti in bassa tensione non trattati
orari, stabilendo in particolare che siano riprogrammati sulla base
delle fasce orarie F1, F2 e F3:
entro il 30 settembre 2007 i punti di prelievo dei clienti ai
quali alla data del 30 giugno 2007 erano applicate strutture
tariffarie biorarie (di seguito: clienti ex vincolati biorari);
entro novanta giorni dal ricevimento della richiesta per tutti
gli altri punti di prelievo;
la suddetta riprogrammazione e’ finalizzata a predisporre i punti
di prelievo di cui al precedente alinea all’applicazione di nuovi
corrispettivi di vendita articolati per fasce orarie dal 1° ottobre
2007;
alcuni operatori hanno segnalato tardivamente gravi difficolta’
ed elevata onerosita’ nel modificare in tempi brevi i sistemi
informativi per la gestione commerciale e la fatturazione dei clienti
finali al fine di rendere possibile l’applicazione di condizioni
economiche differenziate su un numero di raggruppamenti orari
maggiore di due.
Ritenuto che sia opportuno:
modificare il TIV al fine di introdurre, a partire dal 1° ottobre
2007, condizioni economiche per il servizio di maggior tutela basate
su prezzi differenziati tra le ore appartenenti alla fascia F1 e le
ore appartenenti alle fasce orarie F2 ed F3 (di seguito: prezzi
biorari) da applicare ai clienti ex vincolati biorari ed ai clienti
che ne abbiano gia’ fatto richiesta o che lo richiedano ai sensi del
comma 19.5 del TIV;
nella prima fase di applicazione di prezzi biorari, consentire ai
clienti finali a cui sono applicati, alla data del presente
provvedimento, prezzi monorari di mantenere tali prezzi ovvero
aderire esplicitamente all’applicazione di condizioni economiche
basate su prezzi biorari;
che gli esercenti il servizio di maggior tutela procedano con la
massima tempestivita’ ad informare i clienti finali serviti nel
servizio di maggior tutela, con particolare riferimento ai clienti ex
vincolati biorari, della possibilita’ per i medesimi clienti di
aderire per l’applicazione di condizioni economiche basate su prezzi
biorari a partire dal mese di ottobre 2007; e che i medesimi
esercenti procedano con la massima tempestivita’ all’applicazione dei
prezzi biorari ai clienti che ne abbiano fatto richiesta;
che gli esercenti il servizio di maggior tutela trasmettano
all’Autorita’ un programma delle attivita’ di cui al precedente
alinea, precisando le modalita’ e le tempistiche previste per l’avvio
dell’applicazione delle condizioni economiche basate su prezzi
biorari;

Delibera:

1. Di modificare il TIV, a decorrere dal 1° ottobre 2007, nei
termini di seguito indicati:
a) all’art. 1, dopo la definizione di “esercente la salvaguardia”
sono inserite le seguenti definizioni:
“fascia oraria F23 e’ la fascia oraria comprendente tutte le
ore incluse nelle fasce orarie F2 e F3;
parametro PDbio (prezzo dispacciamento biorario) e’ la stima
della media trimestrale, per ciascuna delle fasce orarie F1 e F23,
della componente del prezzo di cessione dell’energia elettrica agli
esercenti la maggior tutela a copertura dei costi di dispacciamento
di cui al titolo 4 della deliberazione n. 111/06, espresso in
centesimi di euro/kWh;
parametro PEbio (prezzo energia biorario) e’ la stima della
media trimestrale, per ciascuna delle fasce orarie F1 e F23, della
componente del prezzo di cessione dell’energia elettrica agli
esercenti la maggior tutela a copertura dei costi di acquisto e
funzionamento dell’Acquirente unico, espresso in centesimi di
euro/kWh;”;
b) al comma 7.3, la lettera b), e’ sostituita dalla seguente:
“b) il prodotto tra il parametro lambda ed il parametro PEF,
per i clienti finali per i quali sia possibile la rilevazione
dell’energia elettrica separatamente per ciascuna delle fasce orarie
F1, F2 e F3 e che abbiano richiesto l’applicazione di prezzi
differenziati per le medesime fasce entro il 30 settembre 2007;”;
c) al comma 7.3, dopo la lettera b), e’ inserita la seguente
lettera:
“c) il prodotto tra il parametro lambda ed il parametro PEbio,
per i clienti finali diversi da quelli di cui alla lettera b) per i
quali sia possibile la rilevazione dell’energia elettrica
separatamente per ciascuna delle fasce orarie F1 e F23.”;
d) al comma 7.4, la lettera b), e’ sostituita dalla seguente:
“b) il prodotto tra il parametro lambda ed il parametro PDF,
per i clienti finali per i quali sia possibile la rilevazione
dell’energia elettrica separatamente per ciascuna delle fasce orarie
F1, F2 e F3 e che abbiano richiesto l’applicazione di prezzi
differenziati per le medesime fasce entro il 30 settembre 2007;”;
e) al comma 7.4, dopo la lettera b), e’ inserita la seguente
lettera:
“c) il prodotto tra il parametro lambda ed il parametro
PDbio, per i clienti finali diversi da quelli di cui alla lettera b)
per i quali sia possibile la rilevazione dell’energia elettrica
separatamente per ciascuna delle fasce orarie F1 e F23.”;
f) all’art. 25, dopo il comma 25.8, e’ inserito il seguente
comma:
“25.9. Per il periodo compreso tra il 1° ottobre 2007 e il
31 dicembre 2008 i parametri PEbio e PDbio applicati ai punti di
prelievo di cui al comma 2.3, lettera a), sono pari alla stima della
media annuale, per ciascuna delle fasce orarie F1 e F23, delle
corrispondenti componenti del prezzo di cessione dell’energia
elettrica.”.
2. Di prevedere che gli esercenti il servizio di maggior tutela
procedano entro il 5 ottobre 2007 ad inviare un’informativa
individuale ai clienti finali serviti nel servizio di maggior tutela
di cui al comma 19.3, lettera a), del TIV, relativa alla possibilita’
per i medesimi clienti di aderire all’applicazione di condizioni
economiche per il medesimo servizio basate su prezzi biorari a
partire dal mese di ottobre 2007;
3. Di prevedere che i medesimi esercenti procedano all’applicazione
delle condizioni di cui al precedente punto 2:
a) a decorrere dal 1° ottobre 2007 per i clienti che ne facciano
richiesta entro il 31 ottobre 2007;
b) entro novanta giorni dalla richiesta per i clienti che ne
facciano richiesta successivamente al 31 ottobre 2007.
4. Di prevedere che, per i clienti di cui al punto 3, lettera a),
l’energia prelevata nel periodo compreso tra la data di decorrenza
dell’applicazione delle condizioni di cui al punto 2 e la data a
partire dalla quale e’ disponibile la rilevazione dell’energia
elettrica separatamente per la fascia oraria F1 e per l’insieme delle
fasce orarie F2 ed F3, sia ripartita in tali raggruppamenti orari
secondo le seguenti percentuali:
a) 30% nella fascia F1;
b) 70% per l’insieme delle fasce orarie F2 ed F3.
5. Di prevedere che gli esercenti il servizio di maggior tutela
trasmettano all’Autorita’ entro il 3 ottobre 2007 un programma delle
attivita’ di cui ai punti precedenti precisando le modalita’ e le
tempistiche previste per l’avvio dell’applicazione delle condizioni
economiche per il medesimo servizio basate su prezzi biorari.
6. Di pubblicare sul sito internet dell’Autorita’ (www.
autorita.energia.it) la nuova versione dell’allegato A alla
deliberazione n. 156/07 risultante dal…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 27 Settembre 2007

Periti.info