COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 9 novembre 2007 | Periti.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 9 novembre 2007

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 9 novembre 2007 - Schema di contratto di programma tra il Ministro dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro della difesa e l'Ente nazionale per l'aviazione civile (E.N.A.C.). (Deliberazione n. 117/2007). (GU n. 30 del 5-2-2008)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 9 novembre 2007

Schema di contratto di programma tra il Ministro dei trasporti, di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro
della difesa e l’Ente nazionale per l’aviazione civile (E.N.A.C.).
(Deliberazione n. 117/2007).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto il regolamento (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio,
11 febbraio 2004, n. 261, che istituisce regole comuni in materia di
compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco,
di cancellazione del volo o di ritardo prolungato;
Visti i regolamenti (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio
10 marzo 2004, rispettivamente, n. 549, n. 550, n. 551 e n. 552,
relativi alla regolamentazione del cielo unico europeo e il
regolamento (CE) della Commissione del 20 dicembre 2005, n. 2096, che
stabilisce requisiti comuni per la fornitura di servizi di
navigazione aerea;
Visto il decreto legislativo 25 luglio 1997, n. 250, recante
l’istituzione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (E.N.A.C.),
e visto in particolare l’art. 3 che prevede la stipulazione di un
contratto di programma per la definizione dei rapporti tra il
Ministero dei trasporti e della navigazione (oggi Ministero dei
trasporti) e l’E.N.A.C.;
Visto il decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430, che demanda
al CIPE la definizione delle linee guida e dei principi comuni per le
Amministrazioni che esercitano funzioni in materia di regolazione dei
servizi di pubblica utilita’, ferme restando le competenze delle
autorita’ di settore;
Visto il decreto legislativo 13 gennaio 1999, n. 18, di attuazione
della direttiva 96/67/CE, relativa al libero accesso al mercato dei
servizi di assistenza a terra negli aeroporti della Comunita’;
Visto il decreto legislativo 25 febbraio 1999, n. 66, di
istituzione dell’Agenzia per la sicurezza del volo e modifiche al
codice della navigazione in attuazione della direttiva 94/56/CE del
Consiglio del 21 novembre 1994;
Vista la legge 1° agosto 2002, n. 166, recante disposizioni in
materia di infrastrutture e trasporti ed in particolare l’art. 25 in
materia di interventi aeroportuali;
Visto il decreto-legge 8 settembre 2004, n. 237, convertito, con
modificazioni, dall’art. 1 della legge 9 novembre 2004, n. 265,
recante interventi urgenti nel settore dell’aviazione civile;
Visto il decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con
modificazioni, dall’art. 1 della legge 2 dicembre 2005 n. 248,
recante misure di contrasto all’evasione fiscale e disposizioni
urgenti in materia tributaria e finanziaria, e visto in particolare
l’art. 11-nonies relativo alla razionalizzazione e all’incremento
dell’efficienza del settore dei gestori aeroportuali;
Visto il decreto legislativo 9 maggio 2005, n. 96, come modificato
ed integrato dal decreto legislativo 15 marzo 2006, n. 151, relativo
alla revisione della parte aeronautica del codice della navigazione;
Visto il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, «Codice del
consumo»;
Visto il decreto legislativo 2 maggio 2006, n. 213, di attuazione
della direttiva 2003/42/CE, relativa alla «segnalazione di taluni
eventi» nel settore dell’aviazione civile;
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito, con
modificazioni, dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, recante
disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della
Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha – tra l’altro –
istituito il Ministero delle infrastrutture e il Ministero dei
trasporti;
Visto il decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito in legge
2 aprile 2007, n. 40, recante misure urgenti per la tutela dei
consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di
attivita’ economiche e la nascita di nuove imprese, che all’art. 3
prevede specifiche disposizioni in materia di trasparenza delle
tariffe aeree al fine di garantire ai consumatori un adeguato livello
di conoscenza dei costi del servizio;
Vista la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri
27 gennaio 1994, recante i principi sull’erogazione dei servizi
pubblici;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione, di
concerto con il Ministro del tesoro, 12 novembre 1997, n. 521, con il
quale – in attuazione di quanto disposto dall’art. 10, comma 13,
della legge 24 dicembre 1993, n. 537 – e’ stato adottato il
regolamento in materia di gestioni aeroportuali e dei sistemi
aeroportuali aperti al traffico civile attualmente gestiti, anche in
parte, dallo Stato o da altri soggetti in regime di precariato;
Visto il decreto del Presidente dei Consiglio dei Ministri del
30 dicembre 1998, recante lo schema generale di riferimento per la
predisposizione della Carta dei servizi pubblici del settore
trasporti;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
18 gennaio 2002, n. 2T, con il quale e’ stato istituito il Punto di
controllo NATO/UEO presso l’E.N.A.C.;
Visto il decreto ministeriale 13 luglio 2005, concernente la
fissazione dei corrispettivi per il servizio di controllo di
sicurezza sul passeggero e sul bagaglio a mano al seguito, in ambito
aeroportuale;
Visto l’atto di indirizzo del Ministro dei trasporti del 17 luglio
2006, n. 902456, che da’ direttive in materia di controlli sulle
societa’ di gestione, sui vettori aerei e sugli handlers al fine
dell’incremento dei livelli della sicurezza e della qualita’ dei
servizi negli aeroporti nazionali;
Visto l’Atto di indirizzo per la riforma del trasporto aereo
nazionale, deliberato dal Consiglio dei Ministri in data 12 dicembre
2006;
Vista la propria delibera 24 aprile 1996, n. 65 (Gazzetta Ufficiale
n. 118/1996), sulle linee guida per la regolazione dei servizi di
pubblica utilita’;
Vista la propria delibera 8 maggio 1996, n. 81 (Gazzetta Ufficiale
n. 138/1996), che ha istituito il Nucleo di consulenza per
l’attuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di
pubblica utilita’ (NARS);
Vista la propria delibera 22 giugno 2000, n. 63 (Gazzetta Ufficiale
n. 186/2000), che ha fissato la procedura per la stipula dei
contratti di programma;
Vista la propria delibera 22 giugno 2000, n. 65 (Gazzetta Ufficiale
n. 206/2000), si e’ espresso parere favorevole sullo schema di
contratto di programma 2000-2003 tra il Ministro dei trasporti e
della navigazione – di concerto con il Ministero del tesoro del
bilancio e della programmazione economica e il Ministro della difesa
– e l’E.N.A.C.;
Vista la propria delibera 15 giugno 2007, n. 38 (Gazzetta Ufficiale
n. 221/2007), che ha approvato la direttiva in materia di
regolamentazione dei servizi aeroportuali offerti in regime di
esclusiva;
Visto che, dopo l’intervenuta scadenza (12 ottobre 2003) del
precedente contratto di programma 2001-2003, l’E.N.A.C., nelle more
del rituale rinnovo, ha proseguito senza soluzione di continuita’ e
sino alla data di sottoscrizione del presente contratto, nello
svolgimento della propria attivita’ istituzionale, in conformita’
alle previsioni dello stesso contratto di programma 2001-2003;
Vista la nota 1° ottobre 2007, n. 15438, con la quale il Ministero
dei trasporti ha trasmesso lo schema di contratto di programma tra il
Ministro dei trasporti, di concerto con i Ministri dell’economia e
finanze e della difesa, e l’E.N.A.C.;
Visto che il NARS nella seduta del 5 novembre 2007 ha espresso
parere favorevole sullo schema di contratto di programma, a
condizione che si tenga conto di alcune osservazioni;
Considerato che il Ministro delle infrastrutture, con nota
6 novembre 2007, n. 14349, ha richiesto il concerto sul contratto in
esame, nonche’ alcune integrazioni/modifiche all’articolato;
Considerato che il Ministero dei trasporti con nota 7 novembre
2007, n. 17706, ha inviato una nuova copia del contratto che
recepisce in parte le osservazioni del NARS;
Considerato quanto e’ emerso nella seduta odierna in merito alla
sopra indicata richiesta del Ministro delle infrastrutture;
Udita la relazione del Ministro dei trasporti;
Esprime parere favorevole
in ordine allo schema di contratto di programma tra il Ministro dei
trasporti di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e
il Ministro della difesa e l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile
(E.N.A.C.), nel testo allegato alla presente delibera, della quale
forma parte integrante, subordinatamente al recepimento delle
seguenti prescrizioni:
Art. 3.
Oggetto del contratto
Al comma 2 definire la procedura per una eventuale revisione o
integrazione del contratto.
Art. 4.
Funzioni e limiti di esercizio
Al comma 1 lettera e) dopo le parole «impianti aeroportuali»
aggiungere le parole «sentito il Ministero delle Infrastrutture».
Al comma 1, lettera k) specificare le fonti normative che
definiscono i principi di «liberalizzazione affermati dall’Unione
Europea nella legislazione di settore».
Al comma 1 lettera l) dopo le parole «al Ministero dei trasporti»
aggiungere le parole «e al Ministero delle infrastrutture», inoltre,
dopo le parole «i competenti organi del Ministero dei trasporti»
aggiungere le parole «e del Ministero delle infrastrutture».
Al comma …

[Continua nel file zip allegato]

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 9 novembre 2007

Periti.info