MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 22 Maggio 2007 | Periti.info

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 22 Maggio 2007

MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 22 Maggio 2007 - Riconoscimento dell'organismo Societa' TÜV Rheinland Italia S.r.l., in Pogliano Milanese, a valutare la conformita' o l'idoneita' all'impiego dei componenti di interoperabilita' dei sistemi ferroviari transeuropei ad alta velocita' e convenzionale ed a svolgere la procedura di verifica CE dei sottosistemi, ai sensi dei decreti legislativi 24 maggio 2001, n. 299 e 30 settembre 2004, n. 268. (GU n. 135 del 13-6-2007 )

MINISTERO DEI TRASPORTI

DECRETO 22 Maggio 2007

Riconoscimento dell’organismo Societa’ TÜV Rheinland Italia S.r.l.,
in Pogliano Milanese, a valutare la conformita’ o l’idoneita’
all’impiego dei componenti di interoperabilita’ dei sistemi
ferroviari transeuropei ad alta velocita’ e convenzionale ed a
svolgere la procedura di verifica CE dei sottosistemi, ai sensi dei
decreti legislativi 24 maggio 2001, n. 299 e 30 settembre 2004, n.
268.

IL CAPO DIPARTIMENTO
per i trasporti terrestri

Vista la legge 6 febbraio 1996, n. 52, sulle disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee – legge comunitaria 1994;
Vista la direttiva n. 96/48/CE del 23 luglio 1996 del Parlamento
europeo e del Consiglio europeo, relativa all’interoperabilita’ del
sistema ferroviario transeuropeo ad alta velocita’;
Visto il decreto legislativo 24 maggio 2001, n. 299 di attuazione
della direttiva n. 96/48/CE relativa all’interoperabilita’ del
sistema ferroviario transeuropeo ad alta velocita’;
Vista la direttiva n. 2001/16/CE del 19 marzo 2001 del Parlamento
europeo e del Consiglio europeo, relativa all’interoperabilita’ del
sistema ferroviario transeuropeo convenzionale;
Visto il decreto legislativo 30 settembre 2004, n. 268 di
attuazione della direttiva n. 2001/16/CE, relativa
all’interoperabilita’ del sistema ferroviario transeuropeo
convenzionale;
Vista la nota protocollo n. 145/R.I./DIP 4 del 1° marzo 2006 con la
quale la direzione generale per il trasporto ferroviario ha istituito
un gruppo di lavoro con l’incarico di svolgere le attivita’ di
verifica previste dai decreti legislativi numeri 299/2001 e 268/2004;
Visto l’art. 1 del decreto-legge 181 del 18 maggio 2006, convertito
con la legge n. 233 del 17 luglio 2006, recante “Disposizioni urgenti
in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza del
Consiglio dei Ministri e dei Ministeri”;
Vista l’istanza presentata dalla Societa’ TÃV Rheinland Italia
S.r.l., con sede legale via Mattei n. 10 – 20010 Pogliano Milanese
(Milano) e sede operativa in via Caffaro n. 11 – 16124 Genova, con
nota del 10 settembre 2006, con la quale la medesima societa’ ha
chiesto il riconoscimento a svolgere la procedura di valutazione di
conformita’ o di idoneita’ all’impiego dei componenti di
interoperabilita’ di cui all’allegato IV dei decreti legislativi
numeri 299/2001 e 268/2004, nonche’ la procedura di verifica CE di
cui all’allegato VI dei medesimi decreti con riferimento ai
sottosistemi di seguito specificati:
Infrastrutture;
Energia;
Controllo, comando e segnalamento;
Materiale rotabile;
Considerato che, nella predetta istanza, la medesima Societa’
“Societa’ TÃV Rheinland Italia S.r.l.” ha dichiarato di essere in
possesso dei requisiti minimi di cui all’allegato VII dei decreti
legislativi numeri 299/2001 e 268/2004;
Ravvisata la completezza della documentazione prodotta dalla
suddetta societa’, nonche’ la conformita’ della stessa a quanto
previsto dall’allegato VIII dei citati decreti legislativi;
Tenuto conto che dall’esame della menzionata documentazione ed a
seguito delle visite ispettive, di cui all’art. 7 dei decreti
legislativi piu’ volte citati, effettuate presso la sede della
societa’ richiedente, nonche’ presso alcuni laboratori di cui
l’Organismo ha dichiarato di avvalersi, e’ stata accertata
l’esistenza dei requisiti minimi previsti dall’allegato VII dei
medesimi decreti legislativi e la sussistenza delle ulteriori
condizioni previste dal citato art. 7, comma 4;
Viste le risultanze dell’istruttoria svolta da parte del menzionato
gruppo di lavoro contenute nella nota acquisita al protocollo n.
D.G.4/R.U./0046321 del 16 maggio 2007;

Decreta:

Art. 1.
1. La Societa’ TÃV Rheinland Italia S.r.l., con sede legale via
Mattei n. 10 – 20010 Pogliano Milanese (Milano) e sede operativa in
via Caffaro n. 11 – 16124 Genova, e’ riconosciuta, ai sensi dell’art.
7 dei decreti legislativi numeri 299/2001 e 268/2004, quale organismo
abilitato a svolgere la procedura di valutazione di conformita’ o di
idoneita’ all’impiego dei componenti di interoperabilita’ di cui
all’allegato IV dei citati decreti legislativi, nonche’ la procedura
di verifica CE di cui all’allegato VI dei medesimi decreti con
riferimento ai sottosistemi di seguito specificati:
Infrastrutture;
Energia;
Controllo, comando e segnalamento;
Materiale rotabile.

Art. 2.
1. Le attivita’ correlate alle procedure di cui all’art. 1 devono
essere svolte dall’organismo secondo le modalita’ stabilite dai
citati decreti legislativi.
2. L’organismo e’ tenuto ad assicurare il mantenimento della
struttura, nonche’ dell’organizzazione e della gestione del personale
e delle risorse strumentali ivi comprese le scelte effettuate dallo
stesso in merito all’utilizzazione dei laboratori e dei consulenti
esterni come individuate nella documentazione agli atti con l’obbligo
di sottoporre eventuali variazioni alla preventiva approvazione delle
competenti strutture ministeriali.

Art. 3.
1. Il Ministero dei trasporti – Dipartimento per i trasporti
terrestri vigila sulle attivita’ dell’organismo riconosciuto ai sensi
dell’art. 9 dei decreti numeri 299/2001 e 268/2004, adottando idonei
provvedimenti ispettivi, di propria iniziativa ovvero su richiesta
dei soggetti utilizzatori dei componenti o gestori di sottosistemi di
cui all’art. 1 del presente decreto, anche mediante verifica a
campione delle certificazioni rilasciate. A tal fine l’organismo
comunica ogni anno all’Amministrazione medesima le certificazioni
emesse, allegando i rapporti sulle prove effettuate dai laboratori.
2. Il Ministero dei trasporti – Dipartimento per i trasporti
terrestri dispone, con periodicita’ almeno annuale, visite di
vigilanza presso l’Organismo TÃV Rheinland Italia S.r.l. al fine di
verificare la sussistenza dei requisiti previsti e la regolarita’
delle operazioni svolte.

Art. 4.
1. Il riconoscimento e’ sospeso per un periodo da uno a sei mesi
nel caso di accertate gravi e ripetute irregolarita’ da parte
dell’Organismo TÃV Rheinland Italia S.r.l. nelle attivita’ di
valutazione o verifica o nei rapporti con i fabbricanti o con gli
enti appaltanti, ovvero qualora, in sede di vigilanza, emerga il
venir meno dei requisiti prescritti.
2. Decorso il termine di cui al comma 1, il provvedimento di
sospensione e’ ritirato a seguito dell’accertata rimozione delle
irregolarita’ o carenze.
3. Il riconoscimento e’ revocato nel caso in cui l’organismo TÃV
Rheinland Italia S.r.l. non ottemperi, con le modalita’ ed i tempi
indicati, a quanto stabilito nel provvedimento di sospensione.
4. I provvedimenti alla sospensione o revoca sono comunicati
all’Organismo, alla Commissione ed agli altri stati membri.

Art. 5.
1. Il riconoscimento ha validita’ quinquennale e decorre dal giorno
successivo alla data di pubblicazione del presente decreto nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 22 maggio 2007
Il capo Dipartimento: Fumero

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 22 Maggio 2007

Periti.info