MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Periti.info

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 28 febbraio 2003: Sospensione della ricezione delle domande di agevolazione per i bandi emanati con circolari numeri 900501 e 900502 del 10 dicembre 2002, relativi alle incentivazioni in favore del commercio elettronico e del collegamento telematico "quick-response" nel settore produttivo tessile, dell'abbigliamento e calzaturiero di cui all'art. 103, commi 5 e 6, della legge 23 dicembre 2000, n. 388. (GU n. 56 del 8-3-2003)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 28 febbraio 2003

Sospensione della ricezione delle domande di agevolazione per i bandi
emanati con circolari numeri 900501 e 900502 del 10 dicembre 2002,
relativi alle incentivazioni in favore del commercio elettronico e
del collegamento telematico “quick-response” nel settore produttivo
tessile, dell’abbigliamento e calzaturiero di cui all’art. 103, commi
5 e 6, della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento degli incentivi alle imprese

Visto l’art. 103, commi 5 e 6, della legge 23 dicembre 2000, n.
388, che, tra l’altro, prevede l’assegnazione delle risorse per un
totale di 80 miliardi di lire per la concessione di un credito
d’imposta per lo sviluppo delle attivita’ di commercio elettronico e
30 miliardi di lire per la concessione di contributi in conto
capitale per il settore produttivo tessile, dell’abbigliamento e
calzaturiero, per ciascuno degli anni 2002 e 2003;
Visto l’art. 21, comma 10, della legge 5 marzo 2001, n. 57, che al
fine dello sviluppo del commercio elettronico e dei collegamenti
telematici in sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese, con
particolare riferimento al settore produttivo tessile,
dell’abbigliamento e calzaturiero, ad integrazione di quanto gia’
previsto dal citato art. 103, comma 5, della legge 23 dicembre 2000,
n. 388, prevede lo stanziamento di 110 miliardi di lire per l’anno
2001;
Vista la circolare del 10 dicembre 2002, n. 900501, che emana un
bando per le incentivazioni ai progetti di imprese che realizzano il
commercio elettronico ai sensi dei commi 5 e 6 dell’art. 103 della
legge 23 dicembre 2000, n. 388, pubblicata nel supplemento ordinario
n. 239 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28
dicembre 2002;
Vista la circolare del 10 dicembre 2002, n. 900502, che emana un
bando per le incentivazioni ai progetti di imprese che realizzino il
collegamento telematico “quick-response” ai sensi dei commi 5 e 6
dell’art. 103 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, pubblicata nel
supplemento ordinario n. 239 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 28 dicembre 2002;
Considerato che la presentazione delle domande al “Gestore”
concessionario, costituito dal raggruppamento temporaneo di imprese
composto da MCC S.p.A., Banco di Sicilia S.p.a. e IRFIS Mediocredito
della Sicilia S.p.A., per la prenotazione delle risorse a seguito
delle disposizioni previste nel punto 3.4 delle predette circolari
numeri 900501 e 900502 ha avuto inizio il 27 febbraio 2003;
Considerato che con decreto del direttore generale degli incentivi
alle imprese del 24 luglio 2002, sono state approvate le graduatorie
dei progetti ammissibili alle agevolazioni presentate a valere su due
bandi precedenti, emanati con circolare n. 900379 del 10 aprile 2001
e n. 900582 del 31 maggio 2001 e sono state prenotate una quota parte
delle risorse totali ai sensi dei commi 5 e 6 dell’art. 103 della
legge n. 388/2000;
Considerato che gli interventi previsti con i due bandi emanati con
le circolari numeri 900501 e 900502 dispongono una procedura
automatica di cui all’art. 4 del decreto legislativo 31 marzo 1998,
n. 123, per l’approvazione delle domande;
Visto che alla data del 27 febbraio 2003 risultano presentate al
“Gestore”, domande che sui progetti di investimento richiedono
agevolazioni i cui importi in totale superano le disponibilita’
finanziarie previste in bilancio per le due tipologie di intervento,
da cui ne consegue l’obbligo di comunicare la sospensione della
ricezione di ulteriori domande, a partire dal 28 febbraio 2003;
Ravvisata la necessita’ di disporre la restituzione delle istanze
con data successiva al 27 febbraio 2003;
Decreta:
Art. 1.
1. Alla data del presente decreto, sulla base delle domande
pervenute al “Gestore” il 27 febbraio 2003 per la prenotazione delle
risorse per i due bandi emanati con circolari del 10 dicembre 2002 n.
900501 e n. 900502 relative rispettivamente a incentivi per il
commercio elettronico e per il collegamento telematico
“quick-response” nel settore del tessile, abbigliamento e calzature,
e’ previsto l’esaurimento delle disponibilita’ finanziarie.
2. Con decorrenza dalla data del presente decreto e’ sospesa la
ricezione di ulteriori domande sui predetti bandi ed e’ anticipata la
data di chiusura dei bandi rispetto a quella prevista nel punto 3.4
delle circolari del 10 dicembre 2002, n. 900501 e n. 900502.
3. E’ disposta la restituzione delle domande che perverranno al
“Gestore” a partire dal 28 febbraio 2003.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sara’ disponibile sui siti Internet:
www.minindustria.it; www. legge388.info; www.mcc.it; www.ipi.it
Roma, 28 febbraio 2003
Il direttore generale: Pasca di Magliano

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Periti.info