MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 13 ottobre 2011 | Periti.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 13 ottobre 2011

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 13 ottobre 2011 - Rilevazione dei prezzi medi per l'anno 2005 e delle variazioni percentuali annuali, superiori al dieci per cento, relative all'anno 2006, ai fini della determinazione delle compensazioni dei singoli prezzi dei materiali da costruzione piu' significativi. (11A13851) - (GU n. 247 del 22-10-2011 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 13 ottobre 2011

Rilevazione dei prezzi medi per l’anno 2005 e delle variazioni
percentuali annuali, superiori al dieci per cento, relative all’anno
2006, ai fini della determinazione delle compensazioni dei singoli
prezzi dei materiali da costruzione piu’ significativi. (11A13851)

IL MINISTRO
DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visti gli articoli 133, commi 4, 5, e 6, e 253, comma 24, del
decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e successive modifiche,
recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e
forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE»;
Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 luglio 2008, n. 121, recante
«Disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo»
ed, in particolare, l’art. 1, comma 3, con il quale sono state
attribuite al Ministero delle infrastrutture le funzioni attribuite
al Ministero dei trasporti;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 dicembre 2008,
n. 211, recante la riorganizzazione del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture n. 12273 del 19
settembre 2007 di costituzione della Commissione consultiva centrale
per il rilevamento del costo dei materiali da costruzione;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture n. 14347 del 6
novembre 2007 di nomina dei componenti della Commissione consultiva
centrale per il rilevamento del costo dei materiali da costruzione,
cosi’ come modificato ed integrato alla luce dei decreti del
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n. 317 del 9 aprile
2009 e n. 111 del 5 marzo 2010;
Visto il decreto 30 giugno 2005 del Vice Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti recante «Rilevazione dei prezzi medi
per l’anno 2003 e delle variazioni percentuali annuali per l’anno
2004, relativi ai materiali da costruzione piu’ significativi, ai
sensi dell’art. 26, commi 4-bis, 4-quater e 4-quinquies, della legge
11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni»;
Visto il decreto 11 ottobre 2006 del Ministro delle infrastrutture,
recante «Rilevazione dei prezzi medi per l’anno 2004 e delle
variazioni percentuali annuali per l’anno 2005, e dei prezzi medi e
delle variazioni percentuali ai fini della determinazione delle
compensazioni, relativi ai materiali da costruzione piu’
significativi, ai sensi degli articoli 133, commi 4, 5, e 6, e 253,
comma 24, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e
successive modifiche ed integrazioni»;
Visto il decreto 2 gennaio 2008 del Ministro delle infrastrutture
recante «Rilevazione dei prezzi medi per l’anno 2005 e delle
variazioni percentuali annuali per l’anno 2006, e dei prezzi medi e
delle variazioni percentuali ai fini della determinazione delle
compensazioni, relativi ai materiali da costruzione piu’
significativi ai sensi degli articoli 133, commi 4, 5, e 6, e 253,
comma 24, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e
successive modifiche»;
Visto il ricorso al TAR per il Lazio n. 2640/2008, proposto
dall’ANCE -Associazione nazionale costruttori edili, con l’intervento
ad adiuvandium delle societa’ Baldassini – Tognozzi Pontello S.p.A. e
TOTO S.p.A., contro il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti, per l’accertamento dell’illegittimita’ e l’integrazione,
nei limiti esposti da parte ricorrente, del decreto 2 gennaio 2008,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 7 del 9 gennaio 2008, recante
«Rilevazione dei prezzi medi per l’anno 2005 e delle variazioni
percentuali annuali per l’anno 2006, e dei prezzi medi e delle
variazioni percentuali ai fini della determinazione delle
compensazioni, relative ai materiali di costruzione piu’
significativi ai sensi degli articoli 133, commi 4, 5 e 6, e 253,
comma 24, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e
successive modifiche»;
Vista la sentenza n. 1707 del 20 febbraio 2009, con la quale il TAR
per il Lazio, Sez. III, ha accolto in parte, come da motivazione, il
suindicato ricorso, per l’effetto annullando, negli stretti limiti
dell’interesse della ricorrente, gli atti impugnati;
Visto il ricorso in appello n. 3638/2008 proposto dal Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti contro I’ANCE – Associazione
nazionale costruttori edili, la societa’ Baldassini – Tognozzi –
Pontello S.p.A. e la societa’ TOTO S.p.A., per l’annullamento della
sentenza del TAR per il Lazio, Sez. III, n. 1707 del 20 febbraio
2009;
Vista l’ordinanza n. 2584 del 26 maggio 2009, per mezzo della quale
il Consiglio di Stato, Sez. IV, ha accolto l’istanza cautelare
proposta in via incidentale dal Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti, sospendendo l’efficacia della sentenza di primo grado;
Vista la sentenza n. 2961 del 16 maggio 2011, con la quale il
Consiglio di Stato, Sez. IV, accogliendo in parte l’appello proposto
dal Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, da un lato, ha
rilevato una carenza di istruttoria in relazione ai seguenti
materiali da costruzioni: «rete elettrosaldata», voce n. 2 della
tabella riepilogativa: «lamiere zincate», voce n. 5; «ferro
profilato», voce n. 3; «lamiere in ferro», voce n. 4; «tubazioni in
materiale plastico», voce n. 17; «pietrame in scampoli», voce n. 28);
dall’altro lato, ha riconosciuto la legittimita’ del criterio
utilizzato ai fine di valutare il requisito dell’eccezionalita’ delle
circostanze sottese alle variazioni dei prezzi a mente dell’art. 133
del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.;
Preso atto della necessita’ di dare esecuzione al giudicato
amministrativo e, pertanto, di procedere ad un nuovo approfondimento
istruttorio relativamente ai sopra citati materiali da costruzione
alla luce delle indicazioni fornite dal Consiglio di Stato;
Visto il parere reso all’unanimita’, dalla Commissione consultiva
centrale per il rilevamento del costo dei materiali da costruzione,
nella seduta del 15 settembre 2011, con il quale, a seguito di nuova
approfondita istruttoria effettuata in conformita’ a quanto stabilito
nella sentenza del Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 2961 del 16 maggio
201l, sono state approvate le rilevazioni dei prezzi medi relativi
all’anno 2005 e le variazioni percentuali, in aumento e in
diminuzione, relative all’anno 2006, dei singoli prezzi dei materiali
da costruzione piu’ significativi;
Ritenuto di condividere l’impostazione metodologica adottata dalla
Commissione consultiva nell’elaborazione del suddetto parere;
Rilevato che la espletata nuova attivita’ istruttoria ha
evidenziato che le variazioni percentuali annuali dei materiali da
costruzione piu’ significativi, verificatesi nell’anno 2006 per
effetto di circostanze eccezionali di cui all’art. 133, camma 4, del
decreto legislativo n. 163/2006 e successive modifiche, rispetto ai
prezzi medi rilevati per l’anno 2005, hanno riguardato,
esclusivamente, i medesimi materiali da costruzione, indicati
nell’art. 1 del decreto ministeriale 2 gennaio 2008 (segnatamente:
filo rame conduttore dn 0,5, mm; condutture e tubi in rame);
Preso atto, quindi, della necessita’ di confermare integralmente il
contenuto del decreto ministeriale 2 gennaio 2008.

Decreta:

Art. 1

Ai sensi dell’art. 133, commi 4 e 6, del decreto legislativo 12
aprile 2006, n. 163, e successive modificazioni ed integrazioni, sono
rilevati nella seguente tabella:
a) i prezzi medi per l’anno 2005 relativi ai materiali da
costruzione piu’ significativi che hanno subito variazioni
percentuali annuali verificatesi nell’anno 2006 per effetto di
circostanze eccezionali di cui all’art. 133, comma 4, del decreto
legislativo n. 163/2006 e successive modifiche;
b) le variazioni percentuali annuali dei materiali da costruzione
piu’ significativi, verificatesi nell’anno 2006 per effetto di
circostanze eccezionali di cui all’art. 133, comma 4, del decreto
legislativo n. 163/2006 e successive modifiche, rispetto ai prezzi
medi rilevati per l’anno 2005.

TABELLA

Prezzo medio Variazione
2005 percentuale
Materiali (€ al Kg.) annuale 2006

1 Filo rame
conduttore dn
0,5 mm 4,245 41,64

2 Condutture e
tubi in rame 12,072 43,93

Art. 2

Ai sensi degli articoli 133, commi 4, 5, e 6, e 253, comma 24, del
decreto legislativo n. 163/2006 e successive modifiche, per la
determinazione delle compensazioni relative ai materiali da
costruzione impiegati nelle lavorazioni contabilizzate nell’anno
2006, si fa riferimento:
a) ai prezzi medi e alla variazione percentuale annuale per la
parte eccedente il 10%, rilevati nella tabella riportata all’art. 1
del presente decreto, qualora l’offerta sia stata presentata nel
2005;
b) ai prezzi medi e alle variazioni percentuali annuali per la
parte eccedente il 10%, rilevati nella tabella riportata all’art. 1
del presente decreto e nella tabella allegata al decreto ministeriale
11 ottobre 2006, qualora l’offerta sia stata presentata nel 2004;
c) ai prezzi medi e alle variazioni percentuali annuali per la
parte eccedente il 10%, rilevati nella tabella riportata all’art. 1
del presente decreto, nella tabella allegata al decreto ministeriale
11 ottobre 2006, e nella tabella allegata al decreto ministeriale 30
giugno 2005, qualora l’offerta sia stata presentata nel 2003 o
anteriormente.
Roma, 13 ottobre 2011

Il Ministro: Matteoli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 13 ottobre 2011

Periti.info