MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 22 ottobre 2010 | Periti.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 22 ottobre 2010

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 22 ottobre 2010 - Classificazione di merci pericolose ai fini del trasporto marittimo. (10A13459) - (GU n. 265 del 12-11-2010 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 22 ottobre 2010

Classificazione di merci pericolose ai fini del trasporto marittimo.
(10A13459)

IL COMANDANTE GENERALE
del Corpo delle capitanerie di porto

Vista la legge 5 giugno 1962, n. 616, sulla sicurezza della
navigazione e della vita umana in mare;
Vista la legge 23 maggio 1980, n. 313, recante adesione alla
convenzione internazionale del 1974 per la salvaguardia della vita
umana in mare, con allegato, aperta alla firma a Londra il 1°
novembre 1974, e sua esecuzione e successivi emendamenti;
Vista legge 28 gennaio 1994, n. 84, e successive modificazioni,
recante riordino della legislazione in materia portuale, ed in
particolare l’art. 3 che attribuisce la competenza in materia di
sicurezza della navigazione al Comando generale del Corpo delle
capitanerie di porto;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 dicembre 2008,
n. 211, recante riorganizzazione del Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti ed in particolare l’art. 7 relativo alle attribuzioni
del Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2005, n.
134, concernente regolamento recante disciplina per le navi
mercantili dei requisiti per l’imbarco, il trasporto e lo sbarco di
merci pericolose ed in particolare l’art. 3 che prevede che il
trasporto di merci pericolose deve essere effettuato in conformita’
alla prescrizioni del codice IMDG;
Visto il decreto dirigenziale 549 del 24 giugno 2008 del Comandante
generale del corpo delle capitanerie di porto relativo alla
classificazione di merci pericolose ai fini del trasporto marittimo;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme
generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche ed in particolare l’art. 4 relativo alle
attribuzioni dei dirigenti;
Considerato che il paragrafo 2.5.3.2.5 del succitato codice IMDG
stabilisce che la classificazione dei perossidi organici non indicati
nel precedente paragrafo 2.5.3.2.4 deve essere fatta dall’autorita’
competente del paese di origine;
Considerata la necessita’ di procedere alla classificazione di un
nuovo perossido organico denominato «perossido di acetilacetone», ai
fini del trasporto marittimo di merci pericolose;
Considerata altresi’ la necessita’ di aggiornare le prescrizioni
per i perossidi organici classificati con il decreto dirigenziale 549
del 24 giugno 2008 del Comandante generale del Corpo delle
capitanerie di porto citato, alla luce dell’emendamento 34-08 del
codice IMDG che stabilisce l’inserimento delle disposizioni relative
alle «quantita’ esenti»;

Decreta:

Articolo unico

I prodotti elencati e classificati negli allegati 1, 2, 3 e 4 al
presente decreto sono ammessi al trasporto marittimo in imballaggi,
in contenitori intermedi ed in cisterna, secondo le modalita’ e con
le prescrizioni stabilite negli allegati stessi.
Il decreto dirigenziale 549 del 24 giugno 2008 del Comandante
generale del Corpo delle capitanerie di porto e’ abrogato.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 22 ottobre 2010

Il Comandante generale:
Brusco

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 22 ottobre 2010

Periti.info