MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 1 febbraio 2008 | Periti.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 1 febbraio 2008

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 1 febbraio 2008 - Modalita' attuative di cui all'articolo 46-quater del decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, convertito, in legge 29 novembre 2007, n. 222, relativo alla rateizzazione delle somme percepite a titolo di aiuto per la ricapitalizzazione delle cooperative di pesca. (GU n. 39 del 15-2-2008)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 1 febbraio 2008

Modalita’ attuative di cui all’articolo 46-quater del decreto-legge
1° ottobre 2007, n. 159, convertito, in legge 29 novembre 2007, n.
222, relativo alla rateizzazione delle somme percepite a titolo di
aiuto per la ricapitalizzazione delle cooperative di pesca.

IL DIRETTORE GENERALE
della pesca marittima e dell’acquacoltura
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante
«Riforma dell’organizzazione del Governo a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59, e successive modifiche ed integrazioni»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 2005, n.
79 concernente «Regolamento recante la riorganizzazione del Ministero
delle politiche agricole e forestali»;
Vista la legge del 17 febbraio 1982, n. 41, recante «Piano per la
razionalizzazione e lo sviluppo della pesca marittima e successive
modifiche»;
Visto il decreto legge del 3 settembre 1994, n. 561 convertito in
legge 30 novembre 1994, n. 655, recante «Misure urgenti in materia di
pesca ed acquacoltura»;
Visti i decreti ministeriali 12 gennaio 1995 e 21 luglio 1995
concernenti rispettivamente le modalita’ tecniche di
ricapitalizzazione delle cooperative di pesca e le modalita’ tecniche
di attuazione degli accordi di programma previsti dal IV Piano
triennale della pesca e dell’acquacoltura;
Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 499 recante «Razionalizzazione
degli interventi nei settori agricolo, agroalimentare,
agroindustriale e forestale»;
Vista la decisione della Commissione della Comunita’ europea del
28 luglio 1999 che ha sancito l’incompatibilita’ con il mercato
comune degli aiuti alla ricapitalizzazione a favore delle cooperative
di pesca o dei loro consorzi erogati ai sensi del decreto-legge n.
561 del 30 settembre 1994, convertito con modificazioni, dalla legge
n. 655 del 30 novembre 1994;
Considerato il conseguente obbligo per l’Amministrazione di
provvedere al recupero delle somme corrisposte in ottemperanza alla
Decisione di cui sopra;
Visto il decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159 convertito in legge
29 novembre 2007, n. 222, recante «Interventi urgenti in materia
economico finanziaria per lo sviluppo e l’equita’ sociale»;
Visto in particolare l’art. 46-quater del suddetto decreto che
dispone che «il recupero degli aiuti erogati ai sensi del
decreto-legge 30 settembre 1994, n. 561, convertito, con
modificazioni, dalla legge 30 novembre 1994, n. 655, dichiarati
incompatibili con il mercato comune con Decisione della Commissione
europea del 28 luglio 1999, e’ fissato in quattordici rate annuali
fino alla concorrenza del complessivo ammontare delle somme
effettivamente percepite e degli interessi legali maturati.
Decreta:
Art. 1.
Campo di applicazione
Il presente decreto definisce, in applicazione dell’art. 46-quater
del decreto legge n. 159 del 1° ottobre 2007 citato in premessa, le
modalita’ di rateizzazione della restituzione degli aiuti alla
ricapitalizzazione percepiti ai sensi del decreto-legge 30 settembre
1994, n. 561, convertito, con modificazioni, dalla legge del
30 novembre 1994, n. 655.

Art. 2.
Presentazione delle istanze
1. I soggetti obbligati alla ripetizione degli aiuti di cui al
precedente art. 1 che intendono avvalersi della forma rateale devono
presentare istanza entro e non oltre trenta giorni dalla data di
pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
L’istanza, in bollo, deve essere trasmessa con raccomandata a/r al
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Direzione
generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, viale dell’Arte
n. 16 – 00144 Roma.
Ai fini del rispetto del termine fa fede il timbro postale di
partenza.
2. La mancata trasmissione dell’istanza entro il termine indicato
al comma 1 determina il conseguente obbligo di restituzione in
un’unica soluzione.

Art. 3.
Modalita’ di restituzione
1. La Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura
comunica ai soggetti che hanno presentato istanza di rateizzazione ai
sensi dell’art. 2 il piano di restituzione e le relative scadenze.
2. Il pagamento delle rate annuali deve essere effettuato presso la
Tesoreria provinciale di residenza dei soggetti interessati mediante
versamento in conto Entrate dello Stato – Capo XVII sul Capitolo
3586, art. 0 per quanto attiene il capitale e sul Capitolo 3590, art.
0 per quanto attiene gli interessi legali.

Art. 4.
Registrazione e pubblicazione
Il presente decreto e’ sottoposto alla registrazione dei competenti
Organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 1° febbraio 2008
Il direttore generale: Abate

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 1 febbraio 2008

Periti.info