MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 18 Giugno 2007 | Periti.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 18 Giugno 2007

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 18 Giugno 2007 - Modifica dell'allegato III della legge 20 aprile 1976, n. 195, degli allegati II e V del decreto del Presidente della Repubblica 8 ottobre 1973, n. 1065 e dell'allegato al decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1996, n. 698: recepimento direttiva 2006/124/CE della Commissione del 5 dicembre 2006. (GU n. 146 del 26-6-2007 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 18 Giugno 2007

Modifica dell’allegato III della legge 20 aprile 1976, n. 195, degli
allegati II e V del decreto del Presidente della Repubblica 8 ottobre
1973, n. 1065 e dell’allegato al decreto del Presidente della
Repubblica 21 dicembre 1996, n. 698: recepimento direttiva
2006/124/CE della Commissione del 5 dicembre 2006.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
Vista la legge 25 novembre 1971, n. 1096, che disciplina
l’attivita’ sementiera ed in particolare gli articoli 19 e 24 che
prevedono l’istituzione obbligatoria, per ciascuna specie di coltura,
dei registri di varieta’ aventi lo scopo di permettere
l’identificazione delle varieta’ stesse;
Vista la legge 20 aprile 1976, n. 195 recante la disciplina della
produzione delle sementi per le colture erbacee, ortive e i materiali
di moltiplicazione da fiore e da orto;
Visto il decreto ministeriale 17 luglio 1976, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 207, del 6 agosto
1976, con il quale sono stati istituiti i registri delle varieta’
delle specie di piante orticole di cui all’allegato 3 della citata
legge n. 195/1976, al fine di permettere l’identificazione delle
varieta’ stesse;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 ottobre 1973, n.
1065 recante regolamento di esecuzione della legge 25 novembre 1971,
n. 1096, concernente la disciplina della produzione e del commercio
delle sementi;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1996,
n. 698, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
n. 34 dell’11 febbraio 1997 “Regolamento recante norme di attuazione
della direttiva 92/33/CEE relativa alla commercializzazione delle
piantine di ortaggi e dei relativi materiali di moltiplicazione ad
eccezione delle sementi”;
Visto il decreto 14 aprile 1997, pubblicato nel supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 126,
del 2 giugno 1997, recante “recepimento delle direttive della
Commissione n. 93/61/CEE del 2 luglio 1993 e n. 93/62/CEE del
5 luglio 1993, relative alle norme tecniche sulla commercializzazione
delle piantine di ortaggi e dei materiali di moltiplicazione di
ortaggi, ad accezione delle sementi”;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, relativo alle
norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche, in particolare l’art. 4, commi 1 e 2 e
l’art. 16 comma 1;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma
dell’organizzazione di governo a norma dell’art. 11 della legge 15
marzo 1997, n. 59;
Vista la direttiva 2006/124/CE della Commissione, del 5 dicembre
2006, che modifica la direttiva 92/33/CEE relativa alla
commercializzazione delle piantine di ortaggi, ad eccezione delle
sementi, e la direttiva 2002/55/CE relativa alla commercializzazione
delle sementi di ortaggi;
Considerata la necessita’ di recepire la direttiva 2006/124/CE;
Decreta:
Art. 1.
I generi e le specie riportate all’allegato III della legge
20 aprile 1976, n. 195 e all’allegato al decreto del Presidente della
Repubblica 21 dicembre 1996, n. 698 sono sostituite dalle seguenti:

—-> vedere tabella da pag. 29 a pag. 30 della G.U. in formato
zip/pdf

Art. 2.
Il punto 2 della lettera F dell’allegato II del decreto del
presidente della Repubblica 8 ottobre 1973, n. 1065, e’ sostituito
dal seguente:
2. Peso minimo di un campione (grammi).

Allium cepa L. |25
———————————————————————
Allium fistulosum L. |15
———————————————————————
Allium porrum L. |20
———————————————————————
Allium sativum L. |20
———————————————————————
Allium schoenoprasum L. |15
———————————————————————
Anthriscus cerefolium (L.) Hoffm. |20
———————————————————————
Apium graveolens L. |5
———————————————————————
Asparagus officinalis L. |100
———————————————————————
Beta vulgaris L. |100
———————————————————————
Brassica oleracea L. |25
———————————————————————
Brassica rapa L. |20
———————————————————————
Capsicum annuum L. |40
———————————————————————
Cichorium endivia L. |15
———————————————————————
Cichorium intybus L. (partim) (cicoria tipo Witloof, cicoria di|
tipo italiano o cicoria a foglia larga) |15
———————————————————————
Cichorium intybus L. (partim) (cicoria industriale) |50
———————————————————————
Citrullus lanatus (Thunb.) Matsum. e Nakai |250
———————————————————————
Cucumis melo L. |100
———————————————————————
Cucumis sativus L. |25
———————————————————————
Cucurbita maxima Duchesne |250
———————————————————————
Cucurbita pepo L. |150
———————————————————————
Cynara cardunculus L. |50
———————————————————————
Daucus carota L. |10
———————————————————————
Foeniculum vulgare Mill. |25
———————————————————————
Lactuca sativa L. |10
———————————————————————
Lycopersicon esculentum Mill. |20
———————————————————————
Petroselinum crispum (Mill.) Nyman ex A.W. Hill |10
———————————————————————
Phaseolus coccineus L. |1.000
———————————————————————
Phaseolus vulgaris L. |700
———————————————————————
Pisum sativum L. (partim) |500
———————————————————————
Raphanus sativus L. |50
———————————————————————
Rheum rhabarbarum L. |135
———————————————————————
Scorzonera hispanica L. |30
———————————————————————
Solanum melongena L. |20
———————————————————————
Spinacia oleracea L. |75
———————————————————————
Valerianella locusta (L.) Laterr. |20
———————————————————————
Vicia faba L. (partim) |1.000
———————————————————————
Zea mays L. (partim) |1.000

Art. 3.
Nell’allegato VI del decreto del Presidente della Repubblica
8 ottobre 1973, n. 1065, alla sezione II Colture erbacee ortive,
ornamentali e da fiore, Lettera A) Ortive, punto 1 la tavola e’
sostituita dalla seguente:

—-> vedere tabella a pag. 31 della G.U. in formato
zip/pdf

Art. 4.
Il presente decreto si applica alle specie scalogno, cipolletta,
aglio, erba cipollina, carciofo, rabarbaro, mais dolce e popcorn a
decorrere da 1° gennaio 2008.

Art. 5.
I materiali di propagazione sia prodotti che confezionati prima
dell’entrata in vigore del presente decreto possono essere
commercializzati con le indicazioni previste prima dell’emanazione
del presente decreto fino al 31 dicembre 2009.

Art. 6.
L’art. 7, comma 1 del decreto 14 aprile 1997, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 126 del 2 giugno 1997, e’ abrogato.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 18 giugno 2007
Il Ministro: De Castro

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 18 Giugno 2007

Periti.info