MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 10 giugno 2011 | Periti.info

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 10 giugno 2011

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 10 giugno 2011 - Ripartizione del Fondo agevolazioni alla ricerca per gli anni 2010-2011. (11A10790) (GU n. 187 del 12-8-2011 )

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 10 giugno 2011

Ripartizione del Fondo agevolazioni alla ricerca per gli anni
2010-2011. (11A10790)

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca

Visto il decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297 «Riordino della
disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno della
ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle
tecnologie, per la mobilita’ dei ricercatori» ed in particolare
l’art. 5 che prevede l’istituzione del Fondo Agevolazioni alla
Ricerca, di seguito denominato FAR, la cui gestione e’ articolata in
una sezione relativa agli interventi nel territorio nazionale ed in
una sezione relativa ad interventi nelle aree depresse;
Visto il decreto ministeriale 8 agosto 2000 n. 593, pubblicato sul
S.O. n. 10 alla Gazzetta Ufficiale n. 14 del 18 gennaio 2001 relativo
alle «Modalita’ procedurali per la concessione delle agevolazioni
previste dal decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297» entrato in
vigore il 17 febbraio 2001;
Visto il comma 2 dell’art. 4 del predetto decreto che prevede la
ripartizione annuale delle risorse del FAR tra le varie forme di
intervento previste nel decreto stesso sulla base delle direttive del
Ministro;
Considerato che in attuazione dell’art. 72 della legge n. 289/2002
(L.F. 2003), e’ stato emanato il decreto del Ministero dell’economia
e delle finanze n. 90402 del 10 ottobre 2003 registrato dalla Corte
dei Conti il 30 ottobre 2003, che stabilisce i nuovi criteri e le
modalita’ di concessione dei contributi in favore delle imprese;
Considerato che con decreto ministeriale 2 gennaio 2008, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 119 del 22 maggio 2008, si e’ provveduto
all’adeguamento delle disposizioni del citato decreto 593/00 alla
disciplina comunitaria sugli aiuti di Stato alla ricerca, sviluppo ed
innovazione, di cui alla comunicazione 2006/C 323/01;
Considerato che in attuazione dell’art. 93 della predetta L
289/2002 gli stanziamenti del Fondo Agevolazioni alla Ricerca, con
decreto n. 28906 del 25 settembre 2003, del Ministero dell’economia e
delle finanze, sono stati ripartiti su due capitoli di cui uno di
alimentazione del fondo di rotazione;
Visto il decreto ministeriale 799 del 10 giugno 2002 recante
«Procedure e modalita’ di funzionamento del Fondo Agevolazioni alla
Ricerca» modificato dal decreto ministeriale 1563 del 25 novembre
2004 in applicazione del predetto art. 72 della L.F. 2003;
Visto l’art. 1 della legge 27 dicembre 2006 n. 296 (L.F. 2007) che
istituisce, nello stato di previsione della spesa del Ministero, il
Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica,
di seguito denominato FIRST, al quale confluiscono gli stanziamenti
relativi ai Progetti di ricerca di interesse nazionale delle
Universita’ (PRIN), al Fondo agevolazioni alla ricerca (FAR), al
Fondo per gli investimenti della ricerca di base (FIRB) nonche’ le
risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS) assegnate dal
CIPE;
Considerato che dall’anno 2010 il FIRST non e’ stato rifinanziato e
che le disponibilita’ iscritte nei predetti bilanci 2010 e 2011 sui
competenti capitoli derivanti dal FAS si riferiscono ad annualita’
residue di assegnazioni disposte con delibere CIPE del 2006 e anni
precedenti gia’ utilizzate nei precedenti piani di riparto;
Considerato che rispetto alla richiesta formulata al Ministero del
lavoro e delle politiche sociali di trasferimento dell’importo di
€ 23.861.000,00 ai sensi dell’art. 11 della legge n. 451/94
contabilizzato tra le disponibilita’ ripartite nel piano di riparto
FAR per l’anno 2009, sono stati effettivamente trasferiti €
14.483.786,00, con la conseguente necessita’ di recuperare l’importo
di € 9.377.214,00;
Considerato che ai sensi della predetta L. 451/94 sono stati
trasferiti per l’anno 2010 dal Ministero del lavoro e delle politiche
sociali € 6.228.915,00 e che tale intervento non risulta rifinanziato
per l’anno 2011;
Vista la disponibilita’ sull’apposito capitolo 7803 dello stato di
previsione della spesa del Ministero dell’economia e delle finanze
per gli anni 2010 e 2011, della somma complessiva di € 82.633.104,00
stanziata ai sensi dell’art. 5 della legge n. 27.12.1997 n. 449, ai
fini della concessione di crediti di imposta;
Vista la comunicazione del Sanpaolo IMI S.p.A. dalla quale risulta
che le disponibilita’ per il 2010 e 2011, derivanti da interessi
sulle giacenze, rientri e minori utilizzi sulla gestione del Fondo
Speciale per la Ricerca Applicata, ammontano ad € 51.503.301,77, di
cui € 27.060.358,05 relativi al credito agevolato;
Vista la ricognizione delle somme derivanti da minori utilizzi e
revoche di finanziamenti concessi sul FAR, dalla quale risultano al
31 dicembre 2010, disponibilita’ pari ad € 128.332.933,04, di cui €
65.321.212,57 relativi al credito agevolato;
Vista la ricognizione delle economie di gestione del Fondo
conseguenti la mancata utilizzazione di somme assegnate nei piani di
ripartizione FAR 2007-2009, per un totale di € 1.057.475.431,00, di
cui € 681.667.866,00 relativi al credito agevolato essenzialmente
derivante dall’operazione di cartolarizzazione dei crediti FAR/FSRA;
Visto i rendiconti finanziari del conto di contabilita’ speciale
del FAR relativi agli anni 2010 e 2011 e in particolare gli incassi
relativi alle rate dei crediti agevolati non cartolarizzati, pari a
€ 181.379.088,24;
Considerato che dal predetto importo vanno recuperate le somme
rimborsate alle aziende a seguito di rimodulazione dei piani di
ammortamento per un totale di € 1.480.694,83;
Considerato che l’importo complessivo delle disponibilita’ del
Fondo Agevolazioni alla Ricerca per gli anni 2010 e 2011 risulta
pertanto pari ad € 1.496.694.864,22 di cui € 1.084.753.964,31
relativi alla sezione nazionale ed € 411.940.899,91 relativi alla
sezione aree depresse;
Visto il decreto ministeriale n. 295 del 31.5.2011 recante la
«Direttiva per la ripartizione del Fondo di cui all’art.5 del decreto
legislativo 27 luglio 1999, n. 297» relativa alle disponibilita’
degli anni 2010 e 2011, in corso di registrazione da parte della
Corte dei Conti;
Visto l’art 7 del gia’ citato decreto legislativo 297/99 che
prevede l’onere a carico del FAR delle attivita’ di servizio e
consulenza necessarie alla gestione ed al monitoraggio degli
interventi finanziati.

Decreta:

Art. 1

Le complessive disponibilita’ del FAR per gli anni 2010 e 2011 di
cui alle premesse, pari a € 1.496.694.864,22, sono ripartite tra i
vari strumenti di intervento previsti nel decreto legislativo 297/99
come indicato nell’allegata tabella, che fa parte integrante del
presente decreto.

Art. 2

Il presente decreto sara’ trasmesso agli organi di controllo e
sara’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 10 giugno 2011

Il direttore generale: Agostini

Registrato alla Corte dei conti il 25 luglio 2011
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 10, foglio n. 127

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 10 giugno 2011

Periti.info