MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Autorizzazione al rilascio di certificazione CE all'Organismo ICE Istituto Certificazione Europea S.p.A., in Anzola dell'Emilia sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE. (GU n. 227 del 29-9-2007 | Periti.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Autorizzazione al rilascio di certificazione CE all’Organismo ICE Istituto Certificazione Europea S.p.A., in Anzola dell’Emilia sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE. (GU n. 227 del 29-9-2007

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Autorizzazione al rilascio di certificazione CE all'Organismo ICE Istituto Certificazione Europea S.p.A., in Anzola dell'Emilia sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE. (GU n. 227 del 29-9-2007 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

COMUNICATO

Autorizzazione al rilascio di certificazione CE all’Organismo ICE
Istituto Certificazione Europea S.p.A., in Anzola dell’Emilia sulle
macchine secondo la direttiva 89/392/CEE.

Con decreto del direttore generale per lo sviluppo produttivo e
la competitivita’ del Ministero dello sviluppo economico e del
direttore generale della tutela e delle condizioni di lavoro del
Ministero del lavoro e della previdenza sociale del 13 settembre
2007;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996,
n. 459;
Visto altresi’ la direttiva del Ministro delle attivita’
produttive del 19 dicembre 2002, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 77 del 2 aprile 2003;
Esaminata 1a domanda del 15 febbraio 2007 e la relativa
documentazione presentata; l’Organismo ICE Istituto Certificazione
Europea S.p.A., con sede legale in via Garibaldi, 20 – Anzola
dell’Emilia (Bologna), e’ autorizzato ad emettere certificazioni CE
di conformita’ ai requisiti essenziali di sicurezza per i seguenti
prodotti di cui all’allegato IV della direttiva 89/392/CEE.
A. Macchine.
1. Seghe circolari (monolama e multilama) per la lavorazione del
legno e di materie assimilate o per la lavorazione della carne e di
materie assimilate.
1.1 Seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, a tavola fissa con avanzamento manuale del pezzo o con
dispositivo di trascinamento amovibile.
1.2 Seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, a tavola – cavalletto o carrello a movimento alternato,
a spostamento manuale.
1.3 Seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, dotate di un dispositivo di trascinamento meccanico dei
pezzi da segare a carico e/o scarico manuale.
1.4 Seghe ad utensile mobile nel corso della lavorazione, a
spostamento meccanico, a carico e/o scarico manuale.
2. Spianatrici ad avanzamento manuale per la lavorazione del
legno.
3. Piallatrici su una faccia a carico e/o scarico manuale per la
lavorazione del legno.
4. Seghe a nastro, a tavola fissa o mobile, e seghe a nastro a
carrello mobile, a carico e/o scarico manuale, per la lavorazione del
legno e di materie assimilate o per la lavorazione della carne e di
materie assimilate.
5. Macchine combinate dei tipi di cui ai punti da 1 a 4 e al
punto 7 per la lavorazione del legno e di materie assimilate.
6. Tenonatrici a mandrini multipli ad avanzamento manuale per la
lavorazione del legno.
7. Fresatrici ad asse verticale, ad avanzamento manuale per la
lavorazione del legno e di materie assimilate.
8. Seghe a catena portatili da legno.
9. Presse, comprese le piegatrici, per la lavorazione a freddo
dei metalli, a carico e/o scarico manuale, i cui elementi mobili di
lavoro possono avere una corsa superiore a 6 mm e una velocita’
superiore a 30 mm/s.
10. Formatrici delle materie plastiche per iniezione e
compressione a carico o scarico manuale.
11. Formatrici della gomma a iniezione o compressione, a carico o
scarico manuale.
12. Macchine per lavori sotterranei dei seguenti tipi:
macchine mobili su rotaia, locomotive e benne di frenatura;
armatura semovente idraulica;
con motore a combustione interna destinati ad equipaggiare
macchine per lavori sotterranei.
13. Benne di raccolta di rifiuti domestici a carico manuale
dotate di un meccanismo di compressione.
14. Dispositivi di protezione e alberi cardanici di trasmissione
amovibili.
15. Ponti elevatori per veicoli.
16. Apparecchi per il sollevamento di persone con un rischio di
caduta verticale superiore a 3 metri.
B. Componenti di sicurezza.
1. Dispositivi elettrosensibili progettati per il rilevamento
delle persone (barriere immateriali, tappeti sensibili, rilevatori
elettromagnetici).
2. Blocchi logici con funzioni di sicurezza per dispositivo di
comando che richiedono l’uso delle due mani.
3. Schermi mobili automatici per la protezione delle macchine di
cui al punto A9, 10 e 11.
4. Strutture di protezione contro il rischio di capovolgimento
(ROPS).
5. Strutture di protezione contro il rischio di cadute di oggetti
(FOPS).
L’autorizzazione ha la durata di tre anni, a decorrere dal giorno
successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Autorizzazione al rilascio di certificazione CE all’Organismo ICE Istituto Certificazione Europea S.p.A., in Anzola dell’Emilia sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE. (GU n. 227 del 29-9-2007

Periti.info