MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 17 luglio 2012 | Periti.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 17 luglio 2012

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 17 luglio 2012 - Aggiornamento ed istituzione di diritti di segreteria delle camere di commercio e relativa approvazione della tabella A. (12A08314) - (GU n. 177 del 31-7-2012 )

cMINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 17 luglio 2012

Aggiornamento ed istituzione di diritti di segreteria delle camere di
commercio e relativa approvazione della tabella A. (12A08314)

IL DIRETTORE GENERALE
PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA,
IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA
E LA NORMATIVA TECNICA DEL MINISTERO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

di concerto con

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
DELL’ISPETTORATO GENERALE DI FINANZA
DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DEL
MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito con
modificazioni dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, che ha fra l’altro
istituito il Ministero dello sviluppo economico, e l’art.1, commi 376
e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, nonche’ il decreto-legge
16 maggio 2008, n. 85, convertito con modificazioni nella legge 14
luglio 2008, n. 121, che sono ulteriormente intervenuti sull’assetto
dei Ministeri, ed i conseguenti Regolamenti di organizzazione;
Visto l’art.18, comma 3 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, cosi’
come modificata dal decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 23
secondo cui le voci e gli importi dei diritti di segreteria
sull’attivita’ certificativa per le iscrizioni in ruoli, elenchi,
registri e albi tenuti dalle camere di commercio sono modificati ed
aggiornati con decreto del Ministero dello sviluppo economico, di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, tenendo conto
dei costi medi di gestione e di fornitura dei relativi servizi e
tenuto, altresi’, conto dell’art.13, commi 13 e 14, della legge 24
dicembre 1993, n. 537;
Visto il decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5 convertito con
modificazioni nella legge 9 aprile 2009, n. 33 recante «Misure
urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi, nonche’
disposizioni in materia di produzione lattiera rateizzazione del
debito nel settore lattiero-caseario»;
Visto, in particolare l’art. 3, comma 4-quater che prevede che il
contrato di rete e’ soggetto ad iscrizione nella sezione del registro
delle imprese presso cui e’ iscritto ciascun partecipante e che
l’efficacia del contratto inizia a decorrere da quando e’ stata
eseguita l’ultima delle iscrizioni prescritte a carico di tutti
coloro che ne sono stati sottoscrittori originari;
Visto il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 recante «Misure
urgenti per la crescita del Paese»;
Visto, in particolare il comma 2 dell’art. 45 che ha modificato il
comma 4-quater dell’art. 3 del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5
convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33
prevedendo che le modifiche del contrato di rete sono redatte e
depositate a cura dell’impresa indicata nell’atto modificativo presso
la sezione del registro delle imprese presso cui e’ iscritta
l’impresa;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10
dicembre 2008 recante «Specifiche tecniche del formato elettronico
elaborabile (XBRL) per la presentazione dei bilanci di esercizio e
consolidati e di altri atti al registro delle imprese.»;
Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, cosi’ come
modificato dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205 recante
«Norme in materia ambientale»;
Visto in particolare l’art. 194 che prevede che le imprese che
disciplinano il trasporto transfrontaliero nel territorio italiano
sono iscritte all’Albo nazionale gestori ambientali;
Visto il decreto 8 marzo 2010, n. 65 concernente «Regolamento
recante modalita’ semplificate di gestione dei rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) da parte dei
distributori e degli installatori di apparecchiature elettriche ed
elettroniche (AEE), nonche’ dei gestori dei centri di assistenza
tecnica di tali apparecchiature»;
Visto il particolare l’art. 3 che prevede che le attivita’ di
raccolta e trasporto dei RAEE domestici sono effettuate previa
iscrizione in un’apposita sezione dell’Albo nazionale gestori
ambientali;
Visto l’art. 212 dello stesso decreto legislativo n. 152/2005 che
prevede la costituzione dell’Albo nazionale gestori ambientali;
Visto il decreto 28 aprile 1998, n. 406 concernente «Regolamento
recante norme di attuazione di direttive dell’unione europea, avente
ad oggetto la disciplina dell’Albo nazionale che effettuano la
gestione dei rifiuti»;
Visto in particolare l’art. 21, comma 1, che prevede che le domande
di iscrizione, variazione o cancellazione dall’Albo sono assoggettate
all’assolvimento di un diritto di segreteria fissato nella misura
prevista per le denunce del registro delle imprese delle camere di
commercio;
Visto il decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 recante
«Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel
mercato interno.»;
Visto l’art. 73 che prevede la soppressione del ruolo di cui
all’art. 2 della legge 3 febbraio 1989, n. 39 relativo all’attivita’
di intermediazione commerciale e di affari;
Visto l’art. 74 che prevede la soppressione del ruolo di cui
all’art. 2 della legge 3 maggio 1985, n. 204 relativo all’attivita’
di agente e rappresentante di commercio;
Visto l’art. 75 che prevede la soppressione del ruolo di cui agli
articoli 1 e 4 della legge 12 marzo 1968, n. 478 relativo
all’attivita’ di mediatore marittimo;
Visto, infine, l’art. 76 che prevede la soppressione del ruolo di
cui all’art. 2 della legge 14 novembre 1941, n. 1442 relativo
all’attivita’ di spedizioniere;
Considerato che il comma 3 dell’art. 73, il comma 3 dell’art. 74,
il comma 3 dell’art. 75 e il comma 3 dell’art.76 prevedono
l’accertamento dei relativi requisiti da parte della camera di
commercio e l’iscrizione nel registro delle imprese se le attivita’
sono svolte in forma di impresa e per i soggetti, diversi dalle
imprese l’iscrizione nel Repertorio delle notizie amministrative
(REA) di cui all’art.8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580 e
all’art.9 del decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre
1995, n. 581;
Visto il decreto 26 ottobre 2011 recante «Modalita’ di iscrizione
nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti
l’attivita’ di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n.
39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto legislativo 26
marzo 2010, n. 59»;
Visto in particolare l’art.5 che stabilisce che l’ufficio del
registro delle imprese avvia la verifica di cui all’art.19, comma 3,
della legge 7 agosto 1990, . n. 241 e assegna la qualifica di
intermediario per le diverse tipologie di attivita’ e rilascia la
tessera personale di riconoscimento di cui all’art.26 del decreto del
Presidente della Repubblica 6 novembre 1960, n. 1926, munita di
fotografia e conforme al modello allegato C allo stesso decreto;
Visto, infine, l’art.11 che stabilisce che le imprese attive ed
iscritte nel ruolo alla data del 12 maggio 2012 devono aggiornare la
propria posizione nel registro delle imprese e nel REA entro un anno
dalla predetta data;
Visto il decreto 26 ottobre 2011 recante «Modalita’ di iscrizione
nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti le
attivita’ di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla
legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli articoli 74 e 80 del
decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59»;
Visto in particolare l’art.5 che stabilisce che l’ufficio del
registro delle imprese avvia la verifica di cui all’art. 19, comma 3,
della legge 7 agosto 1990, n. 241 e assegna la qualifica di agente o
rappresentante di commercio e rilascia la tessera personale di
riconoscimento di cui all’art. 13 del decreto ministeriale 21 agosto
1985, recante attuazione della legge 3 maggio 1985, n.204, munita di
fotografia e conforme al modello allegato C allo stesso decreto;
Visto, infine, l’art. 10 che stabilisce che le imprese attive ed
iscritte nel ruolo alla data del 12 maggio 2012 devono aggiornare la
propria posizione nel registro delle imprese e nel REA entro un anno
dalla predetta data;
Visto il decreto 26 ottobre 2011 recante «Modalita’ di iscrizione
nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti
l’attivita’ di mediatore marittimo disciplinata dalla legge 12 marzo
1968, n. 478, in attuazione degli articoli 75 e 80 del decreto
legislativo 26 marzo 2010, n. 59»;
Visto in particolare l’art. che stabilisce che l’ufficio del
registro delle imprese avvia la verifica di cui all’art.19, comma 3,
della legge 7 agosto 1990, n. 241 e assegna la qualifica di mediatore
marittimo e rilascia la tessera personale di riconoscimento di cui
all’art. 26 del decreto del Presidente della Repubblica 4 gennaio
1973, n. 66 munita di fotografia e conforme al modello allegato C
allo stesso decreto;
Visto, infine, l’art. 11 che stabilisce che le imprese attive ed
iscritte nella sezione ordinaria del ruolo interprovinciale alla data
del 12 maggio 2012 devono aggiornare la propria posizione nel
registro delle imprese e nel REA entro un anno dalla predetta data;
Visto il decreto 26 ottobre 2011 recante «Modalita’ di iscrizione
nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti
l’attivita’ di spedizioniere disciplinata dalla legge 14 novembre
1941, n. 1442, in attuazione degli articoli 76 e 80 del decreto
legislativo 26 marzo 2010, n. 59»;
Visto, in particolare, l’art. 10 che stabilisce che le imprese
attive ed iscritte nell’elenco autorizzato alla data del 12 maggio
2012 devono aggiornare la propria posizione nel registro delle
imprese e nel REA entro un anno dalla predetta data;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio 2012,
n. 43 concernente “Regolamento recante attuazione del regolamento
(CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra” ed in
particolare l’art. 7, comma 2, l’art. 8, l’art. 10, l’art. 11, l’art.
12, l’art. 13 e l’art. 14;
Visto, in particolare, l’art. 13 che istituisce presso il Ministero
dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare il Registro
telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, la
cui gestione e’ affidata alla camere di commercio, industria,
artigianato e agricoltura del capoluogo di regione o di provincia
autonoma ove e’ iscritta la sede legale dell’impresa o ove risiede la
persona fisica;
Visto l’art. 7, comma 2 che stabilisce che gli organismi di
valutazione della conformita’ devono iscriversi al Registro
telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate;
Visto l’art. 8 che individua le persone e le imprese che sono
tenute ad iscriversi al Registro telematico nazionale delle persone e
delle imprese certificate;
Visto l’art. 10, comma 5 che stabilisce che la camera di commercio
competente deve rilasciare i certificati provvisori ed inserire nella
sezione del Registro telematico nazionale delle persone e delle
imprese certificate le informazioni relative alle persone e alle
imprese in possesso di certificato provvisorio;
Visti gli articoli 11 e 12 che stabiliscono che le persone
interessate dichiarano alla camera di commercio competente di
avvalersi di una delle deroghe di cui ai commi 1 e 2 dello stesso
art. 11 e delle esenzioni di cui al comma 1 dell’art. 12;
Visto l’art. 14, comma 1 che prevede che le persone in possesso di
un certificato rilasciato da un altro Stato membro ai sensi dell’art.
5, paragrafo 2, del regolamento CE n. 842/2006, trasmettono copia del
certificato alla camera di commercio nella cui circoscrizione
territoriale la persona e’ domiciliata o l’impresa svolge
prevalentemente la propria attivita’, che provvede ad includerli nel
Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese
certificate;
Visto l’art. 14, comma 2 che stabilisce che le persone in possesso
di un attestato rilasciato da un altro Stato membro ai sensi
dell’art. 5 del regolamento CE n. 842/2006, trasmettono copia
dell’attestato alla camera di commercio nella cui circoscrizione
territoriale la persona e’ domiciliata o l’impresa svolge
prevalentemente la propria attivita’, che provvede ad includerli nel
Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese
certificate;
Visto il comma 5 dell’art. 13 che stabilisce che tutti i soggetti
tenuti all’iscrizione al Registro sopra richiamato versano alle
camere di commercio competenti per territorio i diritti di segreteria
previsti dall’art. 18, comma 1, lett. d) della legge 29 dicembre
1993, n. 580 cosi’ come modificata dal decreto legislativo 15
febbraio 2010, n. 23 il cui importo e’ stabilito ai sensi del comma 3
dello stesso articolo;
Visto, ancora, il comma 6 dello stesso art. 13 che stabilisce che
le camere di commercio rilasciano per via telematica alle persone e
alle imprese gli attestati di iscrizione al Registro, nonche’ le
visure dei certificati e degli attestati validi anche ai fini
dell’attestazione del possesso dei requisiti di cui all’art. 9 del
citato decreto del Presidente della Repubblica n. 43/2012;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive
modificazioni, e in particolare l’art. 16, concernente l’attribuzione
delle funzioni dei dirigenti di uffici dirigenziali generali;
Visto il decreto interministeriale 22 dicembre 1997 concernente
l’approvazione delle misure dei diritti di segreteria per atti o
servizi connessi alla gestione del registro delle imprese e degli
altri ruoli, registri e albi e in genere per i servizi adottati o
resi dalle camere di commercio e dagli uffici provinciali
dell’industria, del commercio e dell’artigianato;
Visti i decreti dirigenziali interministeriali 18 febbraio 1999, 23
marzo 2000, 15 maggio 2001, 30 ottobre 2001, 10 giugno 2003, 29
novembre 2004, 29 luglio 2005, 10 febbraio 2006, 22 febbraio 2007, 29
agosto 2007, 16 giugno 2008, 2 dicembre 2009 e 17 giugno 2010 che
hanno apportato modificazioni ed integrazioni alle tabelle A e B,
allegate al decreto interministeriale 22 dicembre 1997 ed hanno
modificato e introdotto ulteriori diritti di segreteria;
Ritenuto necessario introdurre una nuova tipologia di visura
relativa al contratto di rete e un apposito diritto di segreteria;
Ritenuto necessario istituire un apposito diritto di segreteria
relativo alla consultazione del prospetto contabile XBRL;
Ritenuto necessario integrare le note alle voci 2.1.), 2.2.) e 36)
della tabella A);
Ritenuto necessario istituire un apposito diritto di segreteria
relativo al rilascio della tessera personale di riconoscimento ai
soggetti esercitanti l’attivita’ di mediatore disciplinata dalla
legge 3 febbraio 1989, n. 39, ai soggetti esercitanti le attivita’ di
agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3
maggio 1985, n. 204 e ai soggetti esercitanti l’attivita’ di
mediatore marittimo disciplinata dalla legge 12 marzo 1968, n. 478;
Ritenuto necessario introdurre una nota relativa alle voci 1.2.),
3.2.) e 4.2.) della tabella A);
Ritenuto necessario introdurre una nota relativa alle voci 1), 4) e
5);
Ritenuto necessario introdurre una nota relativa alla voce 43);
Ritenuto necessario istituire appositi diritti di segreteria
relativi all’iscrizione, alla modificazione e alla cancellazione dal
Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese
certificate;
Ritenuto necessario istituire appositi diritti di segreteria
relativi al rilascio di certificati e di visure relativi al Registro
telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate;
Ritenuto opportuno approvare e ripubblicare integralmente il nuovo
testo della tabella A) coordinato con le integrazioni e modifiche
apportate;

Decreta:

Art. 1

Sono approvati gli importi dei diritti di segreteria di cui alla
allegata tabella A), che forma parte integrante del presente decreto.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta ufficiale
della Repubblica italiana ed entrera’ in vigore il giorno successivo
alla pubblicazione.
Roma, 17 luglio 2012

Il direttore generale per il mercato, la
concorrenza, il consumatore,
la vigilanza e la normativa tecnica del
Ministero dello sviluppo economico
Vecchio

L’Ispettore generale capo dell’ispettorato
generale di finanza
delle pubbliche amministrazioni
del Ministero dell’economia e delle finanze
Bilardo

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 17 luglio 2012

Periti.info